IL VENETO PERDE UN ALTRO PRIMATO: UNIVERSITÀ MENO COMPETITIVE. LO DICE IL RAPPORTO DI FONDAZIONE NORDEST DI CONFINDUSTRIA

  • Post del 16 Novembre 2018

Il saldo degli iscritti alle #università venete è negativo, così come lo è quello dei laureati che trovano lavoro. Sono più i diplomati in Veneto che preferiscono studiare altrove, che quelli che arrivano per studiare in Veneto. Sono più i laureati del Veneto che se ne vanno a lavorare altrove che quelli che arrivano attratti dalle nostre imprese. Nonostante il Veneto abbia alcune delle migliori Università d’Italia e un altissimo numero di imprese innovative, oltre che i tassi di disoccupazione più bassi. Perciò’ le nostre imprese cercano lavoratori qualificati senza trovarli. Questa è la evidente conseguenza di una politica fallimentare di #Zaia che destina le briciole alla formazione scolastica riversando fiumi di denari sulla monocoltura del #Prosecco e sulla devastante #Superstrada Pedemontana Veneta. Andrea Zanoni

Stampa
Tutti i comunicati
Tutte le news
Questo sito web usa i cookies
Usa i cookies per gestire alcune funzionalità, quali navigazione, pertinenza annunci, etc. Utilizzando il nostro sito web, accetti l'utilizzo dei cookies.