Sanità. Zanoni: garantire gli stessi servizi in tutta la regione

  • Post del 06 Settembre 2016

“La sanità deve garantire risposte uguali per tutti i cittadini del Veneto, quindi, se la maggioranza vuole mantenere due Ulss per Venezia e Vicenza, lo stesso deve accadere anche per Treviso, Padova e Verona”. Andrea Zanoni, consigliere regionale del Partito Democratico interviene sulla riforma sanitaria, alla vigilia della ripresa dei lavori in aula per la discussione del Pdl n.23.

“La maggioranza a trazione leghista è in totale confusione e, come al solito, si chiama fuori da ogni responsabilità accusando l’opposizione. Ma sono loro al governo e loro devono indicare i criteri, senza nascondersi. La nostra posizione è chiara: se l’opzione è quella delle aree ‘tematiche’ (mare-lago-pedemontana, ecc.) o del bacino di abitanti (ad esempio 400mila per Ulss) siamo pronti a discutere, sulla base, però, di dati oggettivi, a sostegno di una o dell’altra ipotesi. La maggioranza invece sta portando avanti un disegno diverso, con scelte di tipo politico per puri interessi elettorali ‘di parrocchia’ e non legate ai servizi da garantire, in maniera omogenea, a tutto il territorio. Ed è proprio questa la ragione per cui i leghisti non trovano l’accordo, paralizzando l’attività consiliare. Mi chiedo cosa sta facendo Zaia in questo momento: la maggioranza è già senza una guida politica nonostante il presidente sia stato eletto da poco più di un anno”.

Stampa
Tutti i comunicati
Tutte le news
Questo sito web usa i cookies
Usa i cookies per gestire alcune funzionalità, quali navigazione, pertinenza annunci, etc. Utilizzando il nostro sito web, accetti l'utilizzo dei cookies.