Andrea Zanoni solidarizza con i 23 attivisti alla sbarra per l'irruzione nel campo Ogm di Vivaro (PN) nel luglio 2010. “Sono fiducioso della loro completa assoluzione. Le colture in questione erano illegali e perciò furono in seguito distrutte. Diciamo No per sempre agli Ogm in Italia”.

 
“Esprimo solidarietà ai ventitre attivisti di Greenpeace sotto processo a Pordenone per il blitz nel campo dove venivano coltivate piante transgeniche nel luglio 2010 a Vivaro (PN). Sono fiducioso che il processo si concluderà con un'assoluzione piena visto e considerato che le coltivazioni in questione erano illegali e pertanto furono successivamente poste sotto sequestro e distrutte”. E' il commento di Andrea Zanoni, eurodeputato IdV e membro della Commissione ENVI Ambiente al Parlamento europeo sull'apertura del processo agli attivisti. “Si è trattato di un intervento innocuo e mirato unicamente ad evitare un disastro in nome del bene comune. Gli attivisti di Greenpeace non hanno fatto altro che danneggiare delle colture che poi sono state distrutte perché illegali”.

 

Dei due capi di imputazione è stato archiviato il reato di danneggiamento, mentre rimane in piedi l’accusa di invasione arbitraria di terreno agricolo al fine di occupazione e danneggiamento, con rinnovo della notifica agli imputati, per cui l’udienza è stata spostata al prossimo 14 marzo.

 

“Sono sicuro che i giudici sapranno inquadrare l'accaduto nel contesto dell'illegalità con la quale queste colture erano state piantate nelle nostre campagne con tanto di rischio contaminazione per le coltivazioni vicine”, prosegue Zanoni. “Ricordo che i cittadini italiani, hanno dimostrato in più occasioni la loro contrarietà al transgenico. E lo dico anche ai membri di quelle organizzazioni che, come il Movimento Liberitario, cercano ogni tanto di infiltrare gli Ogm nella nostra catena produttiva”.

 

“Purtroppo in Europa non tutti sono contrari agli Ogm, per questo non esiste ad oggi un divieto generale al loro utilizzo in determinati settori come la produzione di mangimi per animali e l'utilizzo industriale. Tuttavia ad ogni Paese membro è lasciato un certo margine di manovra – conclude l'eurodeputato - Per questo invito chi come me non vuole che gli Ogm finiscano sulla nostra tavola a firmare la petizione di Avaaz per proibirne per sempre l'utilizzo in Italia”.

 
Ufficio Stampa Eurodeputato Andrea Zanoni

Email stampa@andreazanoni

Tel (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04

Tel (Italia) +39 0422 59 11 19

Blog www.andreazanoni.it

Twitter Andrea_Zanoni

Facebook Andrea Zanoni

Youtube AndreaZanoniTV


Scarica comunicato