In data 23/03/2010 è stata avviata la procedura da parte della Ditta POSTUMIA CAVE srl per la Valutazione di Impatto Ambientale relativa all’intervento di ampliamento della discarica per rifiuti inerti denominata "POSTUMIA 2" sita nel comune di Trevignano.

In data 9/11/2010 la POSTUMIA CAVE srl, ha effettuato la presentazione al pubblico nella sala riunioni presso "il Cubo" in via Tre Forni a Trevignano del progetto di ampliamento della succitata discarica; nella procedura congiunta di V.I.A (Valutazione Impatto Ambientale) sono stati coinvolti il Comune di Trevignano dove insiste la discarica ed il Comune di Istrana come “Comune interessato”. In merito al mancato coinvolgimento del comune di Paese su questo progetto il consigliere comunale Andrea Zanoni ha rivolto una interrogazione al sindaco di Paese affinché chieda alla Provincia di Treviso che il comune di Paese entri a pieno titolo nella procedura autorizzativa della discarica. Secondo il consigliere il comune di Paese deve partecipare all’iter autorizzativo della discarica al fine di tutelare gli interessi dei cittadini essendo il suo territorio coinvolto da uno degli impatti più importanti dell’ampliamento di questa discarica, ovvero il traffico pesante, nonché da possibili fenomeni di inquinamento della falda acquifera. L’ampliamento della discarica comporterà infatti un flusso di veicoli pesanti che per la maggior parte graverà sulla viabilità del Comune di Paese ed in particolare della frazione di Postioma, mentre molto presumibilmente graverà meno sulla viabilità dei comuni di Trevignano ed Istrana; Grazie al potenziamento della discarica sono stimati da 28 a 40 camion al giorno carichi di rifiuti che per la maggior parte arriveranno molto presumibilmente dalla strada “Feltrina” che attraversa i centri abitati delle frazioni di Postioma e Castagnole; Le dimensioni dell’ampliamento sono pari a circa 1.600.000 tonnellate di rifiuti, e tra i rifiuti conferibili sono previsti anche quelli provenienti da siti contaminati, inoltre buona parte del territorio di Paese, rispetto al sito della discarica, si trova a valle della direzione del flusso della falda acquifera, falda che se contaminata porterebbe il carico di inquinamento sotto le case dei paesani. La risposta all’interrogazione verrà data durante la seduta del Consiglio Comunale convocata per le ore 20.45 di martedì prossimo 30 novembre. “Credo che l’amministrazione comunale dovrebbe interessarsi di più ai temi che riguardano la tutela dell’ambiente e conseguentemente la salute di tutti cittadini – ha commentato Andrea Zanoni consigliere comunale di Paese di IDV – evidentemente purtroppo sono piu’ concentrati a recuperare fondi per le varie feste paesane o a tagliare i nastri o ancora a partecipare alle varie celebrazioni, con rinfreschi annessi ,che vanno organizzando per il territorio”. Web: www.andreazanoni.it – Email: zanoni@ecorete.it – Cell.: 347/9385856