La realizzazione della nuova piazza di Paese è un tema dibattuto da ormai più di vent’anni, in merito ci sono stati incontri, assemblee pubbliche, studi, petizioni, proteste ma senza che nulla mai venisse realizzato e così Paese si trova ad essere l’unico comune del trevigiano con più di 20.000 abitanti senza una piazza degna di questo nome. Ora l’assessore all’urbanistica D’Alessi annuncia, tramite i giornali, che il progetto ritorna di attualità, il tutto dopo ben un anno e mezzo dalle promesse fatte in campagna elettorale per la  “Realizzazione della nuova piazza di Paese”. Credo sarebbe opportuno  tenere come riferimento le idee progettuali dei tre esperti, il prof. Righetto e gli architetti Bressan ed Ervas,  che nel 2006 avevano approfondito la questione sotto diversi profili. Tutt’al più dovrebbe essere mantenuta almeno la linea adottata a suo tempo dalla precedente amministrazione che aveva previsto il massimo coinvolgimento della popolazione locale promuovendo una consulta di circa trenta cittadini, tra i quali i rappresentanti dei commercianti, del mondo imprenditoriale, delle associazioni, della parrocchia, del volontariato, utile a prendere coscienza delle necessità e delle aspirazioni della cittadinanza in merito all’opera. Quel gruppo di persone, che lavorò assiduamente per tutto il 2005, chiese una piazza dal basso impatto ambientale che prevedesse il mantenimento dei tigli e del grande  cedro del Libano; i progettisti idearono un progetto che prevedeva che l’area interessata dall’opera, pari a 8.800 metri quadri totali, venisse interessata per 2.600 metri quadri da edifici, 4.200 metri quadri da piazza e spazi pedonali e 2.000 metri quadri a verde pubblico. Mi auguro quindi che i cittadini vengano nuovamente informati e coinvolti per delle scelte condivise al fine di ottenere finalmente un’opera a misura d’uomo, senza esagerare con il cemento, che da troppo tempo tutti i paesani aspettano invano. Mi auguro anche che questo importante progetto veda l’unione delle imprese locali per dare vita ad una piazza che potrebbe valorizzare tutto il territorio nell’interesse di tutti. Andrea Zanoni – Consigliere Comunale di Paese di Italia dei Valori.