ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

«Strutture inadeguate come il delfinario di Rimini devono essere chiuse»

Al delfinario di Rimini, quattro delfini sono stati sequestrati dal Corpo Forestale dello Stato, che ne ha accertato la detenzione in condizioni di maltrattamento. L’europarlamentare Andrea Zanoni ha affermato: «Complimenti alla Forestale e al Servizio Cites per il risultato. Mi auguro che vengano adottate le misure necessarie affinché episodi del genere non si ripetano ancora in futuro»

 

Il Corpo Forestale dello Stato, il Servizio Centrale CITES e il personale del Comando Provinciale Forestale di Rimini hanno sequestrato quattro esemplari di “Tursiops truncatus”, meglio conosciuti come delfini dal naso a bottiglia. Le operazioni sono scattate per disposizione del Giudice per le Indagini Preliminari di Rimini su richiesta dalla Procura della Repubblica dello stesso Tribunale, in seguito alle indagini eseguite presso il delfinario il 31 luglio 2013.

 

Tra le irregolarità riscontrate nel corso di quella ispezione, condotta insieme con funzionari del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, da medici veterinari del Ministero della Salute e da esperti di mammiferi marini, erano risultati l’assenza di riparo dal sole e dalla vista del pubblico, la carenza di un adeguato sistema di raffreddamento e di pulizia dell’acqua, nonché vecchie vasche di contenimento irregolari non adatte a consentire un adeguato movimento dei tursiopi e a garantirne la salute fisica e psichica, costretti ad una convivenza forzata nel gruppo sociale dove erano inseriti.

 

I delfini non erano sottoposti, inoltre, a un idoneo programma di trattamenti medici veterinari come testimonia l’assenza di vasche predisposte a tale scopo, o adibite alla quarantena o ad ospitare le femmine durante il periodo di gravidanza e allattamento. Per le irregolarità accertate, ai gestori della struttura è stata comminata una multa di 18 mila euro e per cinque giorni il delfinario  è stato chiuso.

In questi giorni, su ordine della Procura di Rimini, il Corpo Forestale ha trasferito per le cure necessarie all’Acquario di Genova i delfini sequestrati, due femmine e due maschi, il più piccolo di circa sei anni.

 

L’europarlamentare Andrea Zanoni, vice Presidente dell’Intergruppo per il Benessere e la Conservazione degli animali al Parlamento europeo ha affermato: «Complimenti al Corpo Forestale dello Stato per aver messo fine alle sofferenze di questi poveri quattro delfini. Sulla questione ero già intervenuto ad agosto scorso, quando si era diffusa la notizia dei controlli e della multa inflitta ai gestori del delfinario. Ribadisco che non è sufficiente una sanzione pecuniaria: da anni le associazioni animaliste ENPA e LAV avevano segnalato le condizioni precarie della struttura. Personalmente ritengo che un delfinario sia tra le cose più contro natura inventate dall’uomo dove gli animali sono costretti a vivere in un tristissimo stato di alienazione per far divertire i visitatori. Violazioni tanto gravi devono portare alla chiusura della struttura».

 

 

Ufficio Stampa On. Andrea Zanoni

Email info@andreazanoni.it  

Tel. (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04

Tel. (Italia) +39 0422 59 11 19

Sito www.andreazanoni.it

Twitter Andrea_Zanoni

Facebook Andrea Zanoni

Youtube AndreaZanoniTV

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa