ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

Controlli doganali, l’Ue protegge la sua proprietà intellettuale

Il Parlamento europeo ha approvato una relazione che chiede maggiori controlli alle dogane europee. La pirateria costa in Ue 250 miliardi di euro l’anno. Contraffatti anche medicinali e giocattoli. Andrea Zanoni (IdV): “Proteggiamo il nostro mercato e la nostra salute”

 

STRASBURGO – “L’Europarlamento ha approvato una relazione che chiede controlli doganali  più efficaci per proteggere le proprietà intellettuali e garantire più sicurezza all’interno dei mercato unico europeo”. Lo fa sapere Andrea Zanoni, Eurodeputato IdV, commentando positivamente la relazione di Jürgen Creutzmann (tedesco, liberale) “sulla tutela dei diritti di proprietà intellettuale da parte delle autorità doganali” approvata oggi a Strasburgo (682 presenti, 397 favorevoli, 26 astenuti, 259 contrari). “Ogni anno l’Europa subisce un danno di miliardi di euro che, in un periodo di crisi come questo, fa ancora più male”.

 

“Tra il 2009 e il 2010 il numero di casi di contraffazione e pirateria riscontrati è quasi raddoppiato. Nel 2010 le autorità doganali hanno registrato 79.112 casi, rispetto ai 43.572 del 2009 – spiega Zanoni – Le vendite online, in particolare, hanno causato uno straordinario aumento, pari al 200%, dei blocchi nel traffico postale, soprattutto capi di abbigliamento, calzature, apparecchi elettrici e, per il 69%, medicinali”.

 

“Il danno è non solo economico ma anche in termini di salute quando le merci contraffatte diventano farmaci, giocattoli o elettrodomestici – continua l’Eurodeputato – Da qui il bisogno di intervenire prima possibile e a livello comunitario”. La relazione approvata, chiede regole più chiare per aumentare l’efficacia dei controlli doganali nel prevenire l’ingresso di queste merci illegali o pericolose e norme che riducano i costi di magazzinaggio dei sequestri chiarendo quando e in quali condizioni possono essere distrutte.

 

Il problema, come ha evidenziato il relatore Creutzmann, tocca soprattutto i diritti di proprietà intellettuale. “Le confische doganali di merci contraffatte sono quasi raddoppiate tra 2009 e 2010, e questi prodotti costano alle imprese europee circa 250 miliardi all’anno in vendite perse”, si legge nel testo approvato. “I diritti di proprietà intellettuale sono fondamentali ai fini dell’innovazione, una priorità assoluta della strategia EU2020 per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. Alla luce dell’aumento di queste violazioni, la crescita economica e i posti di lavoro nell’Ue dipendono in gran parte dall’efficace tutela dei diritti di proprietà intellettuale – conclude l’Eurodeputato – La pirateria e la contraffazione rappresentano un costo annuale per le imprese europee che, secondo le stime, si attesta sui 250 miliardi di euro. Invitiamo la Commissione europea a proseguire senza indugio nella modifica del regolamento (CE) n. 1383/2003 al fine di rafforzare la tutela del commercio in entrata in Europa”.

 

Ufficio Stampa On. Andrea Zanoni
Email stampa@andreazanoni.it
Tel (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04
Tel (Italia) +39 0422 59 11 19
Sito www.andreazanoni.it
Twitter Andrea_Zanoni

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa