ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

Bonifiche siti inquinati. Interrogazione Zanoni (PD): “Perché la discarica ex SEV di Padernello di Paese non rientra nell’elenco del Piano? Clamorosa dimenticanza o scelta consapevole?”.

“È perfettamente inutile redigere in collaborazione addirittura con l'università di Padova l'elenco dei siti da bonificare se poi si scopre che è clamorosamente assente una discarica come quella della ex SEV a Padernello di Paese (TV). Mi chiedo, ma soprattutto chiedo all'assessore all'Ambiente della Regione, come sia stata possibile una tale svista”.

A dirlo il consigliere regionale del PD Veneto, Andrea Zanoni, che annuncia così un'interrogazione sul caso.

“Ricordo che in questa discarica, che apparteneva ad una società fallita da decenni e che è un sito cosiddetto “orfano”, sono stoccate illegalmente 20.000 tonnellate di rifiuti, tossiconocivi e ora pericolosi, vista la presenza di amianto e soprattutto metalli pesanti come il cromo esavalente in concentrazioni considerevoli. All’epoca, nei primi anni 2000, a scoprire l’illecito smaltimento fu la Procura distrettuale antimafia di Venezia che fece intervenire il Corpo Forestale dello Stato di Venezia. Successivamente a partire dal 2015 ho chiesto per ciascuno dei successivi bilanci, tramite un emendamento mirato, uno stanziamento ad hoc per effettuare uno studio per la caratterizzazione e per la messa in sicurezza dell’area con l’obiettivo della successiva bonifica. Proposta regolarmente bocciata per sette volte su indicazioni proprio dell'assessore Bottacin”.

“Ora però – conclude Zanoni – è stato davvero passato il segno: l'assessore dica se vuole deliberatamente lasciare l'area in abbandono, libera di continuare ad essere una potenziale fonte di inquinamento anche della sottostante falda acquifera”.

 
 
Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa