Venezia, 14 maggio 2021

“Ho sentito l’ingegnere Davide De Dominicis, direttore di Arpav Treviso: entro questa sera dovrebbero esserci i risultati delle analisi dell’aria. Quando sono arrivati i loro operatori  l’incendio era già spento e non c’erano odori particolari, un dato positivo. In attesa di conoscere l’esito dei monitoraggi, resta da capire come sia potuto accadere un incendio simile”. Così Andrea Zanoni, consigliere regionale del Partito Democratico, commenta il rogo di stamani nella zona industriale di Castelfranco Veneto in un’azienda che produce attrezzi per il giardinaggio, dove ha preso fuoco un cassone contenente batterie, con le fiamme che hanno interessato anche parte del capannone. Sul luogo, oltre a vigili del fuoco e Arpav, anche i carabinieri. “Fortunatamente non ci sono stati feriti, nonostante i timori iniziali poiché la colonna di fumo si vedeva da chilometri di distanza, una dispersione in altezza dei prodotti della combustione favorita dalle condizioni meteo. Oltre ai risultati di Arpav sulle analisi sull’aria - sottolinea Zanoni – attendiamo anche quelli sulle cause dell’incendio, per capire se siano state rispettate tutte le norme sulla sicurezza, se è un caso accidentale o se c’è dell’altro; perché un rogo del genere è difficile da spiegare”.