Venezia, 27 dicembre 2021

“Subito la pettorina di riconoscimento per i cacciatori, è il modo più rapido sia per prevenire comportamenti criminali sia per individuare i responsabili. L’episodio accaduto a Vigonza è l’ennesimo degli ultimi mesi: fortunatamente il cane non è stato ammazzato, ma cambia poco. Il problema resta in tutta la sua urgenza”. È quanto afferma Andrea Zanoni dopo la denuncia via social dell’artista e giudice della trasmissione tv ‘Ballando con le stelle’ Carolyn Smith, il cui labrador sarebbe stato colpito da una scarica di pallini di piombo mentre si trovava in un terreno di sua proprietà nel comune di Vigonza.

 

“Non è che si può sparare a qualsiasi cosa si muova, incuranti delle conseguenze. Come avviene nella stragrande maggioranza dei casi, visto che gli autori scappano senza prestare soccorso. A breve arriverà in aula il Piano faunistico venatorio, presenteremo una proposta per l’obbligo di pettorina di riconoscimento con codice alfanumerico. È un provvedimento non contro qualcuno, ma a tutela della sicurezza di tutti, inclusi i tanti cacciatori che rispettano la legge ed è già realtà in molti Paesi: si tratta di una misura preventiva. Per quanto riguarda la parte repressiva, chiederemo che venga revocata a vita la licenza di caccia per chi si macchia di episodi del genere. Escluderli dai consigli direttivi degli Atc (Ambiti territoriali di caccia) non è sufficiente”.