Venezia, 5 settembre 2019

“Sabato sarò in piazza insieme ad associazioni e cittadini per fermare la strage di uccelli che a migliaia si stanno schiantando lungo le barriere trasparenti della Pedemontana. Da oltre un anno chiediamo alla Giunta Zaia di prendere provvedimenti, la prima interrogazione risale a maggio 2018, quasi due mesi fa la struttura regionale di progetto ha annunciato che sarebbero stati apposti gli adesivi anticollisione, ma così non è stato. La Superstrada si è trasformata in una micidiale trappola e il numero di uccelli morti, alla vigilia della migrazione, è destinato ad aumentare in modo esponenziale se non si interviene. Basterebbero pochi euro, è esclusivamente una questione di volontà: è gravissimo il menefreghismo della Giunta Zaia. I veneti civili continuino a mobilitarsi contro questo scempio”. Così Andrea Zanoni, consigliere del Partito Democratico e vicepresidente della commissione Ambiente invita a partecipare alla manifestazione in programma sabato prossimo, 7 settembre, alle 15 presso gli impianti sportivi di Spineda di  Riese Pio X, in provincia di Treviso, organizzata da un folto numero di associazioni (Lipu, Lac, Lav, Enpa Treviso, Italia Nostra, Oipa, Salviamo il paesaggio-Coordinamento Asolo Castellana, Wwf Terre del Piave Treviso-Belluno, Lega nazionale difesa del cane.

 

“Finora le promesse della Giunta sono rimaste carta straccia: le sagome anticollisione sono state apposte solo in pochissimi chilometri all’interno di un’opera lunga 94. Come consiglieri regionali abbiamo presentato due interrogazioni, il 4 maggio 2018 e lo scorso 27 agosto, personalmente ho invece depositato tre denunce alla Procura di Vicenza e una a quella di Treviso per i reati di uccisione di specie protette ed uccisione di animali - ricorda Zanoni - le indagini stanno andando avanti, a giugno il procuratore capo di Vicenza ha aperto un fascicolo a carico dei responsabili della Spv dopo la mia denuncia e una notizia di reato dei Carabinieri forestali. Come gruppo abbiamo depositato una mozione in Consiglio regionale ad aprile e il caso è approdato in Parlamento a giugno con un’interrogazione della nostra deputata Patrizia Prestipino. Dobbiamo mettere fine a questa crudeltà gratuita. Invito i cittadini non solo a scendere in strada sabato, ma anche a sottoscrivere la petizione online intitolata ‘Ferma la strage di uccelli sulle barriere trasparenti della Superstrada PedemontanaVeneta!’, presente sul sito change.org

 

In allegato alcune foto di uccelli morti contro le barriere trasparenti della Superstrada Pedemontana Veneta