A un anno di distanza dall’approvazione della mozione sulla chiusura degli uffici postali periferici, i consiglieri Zanoni, Moretti, Azzalin, Fracasso, Ruzzante, Zottis (PD) e Guarda (LMP) hanno presentato una interrogazione sul piano di razionalizzazione di Poste Italiane e su quali proposte intenda presentare la Giunta Regionale affinché siano garantiti i servizi postali a tutti i cittadini del Veneto.

“Il primo settembre 2015 – spiega Zanoni, primo firmatario dell’interrogazione - il Consiglio Regionale del Veneto ha approvato la mozione 11 sulla chiusura degli uffici postali periferici che impegnava la Giunta a istituire una cabina di regia per una soluzione alternativa. In seguito, ad aprile,  abbiamo presentato una interrogazione per chiedere alla Giunta quali azioni intendesse avviare al fine di garantire un adeguato ed efficiente servizio postale ai veneti. Ad oggi la Giunta non ha ancora risposto. Ci chiediamo se ad un anno di distanza è stata istituita la prevista cabina di regia tra Poste, Regione, Province e Comuni e quali proposte la Giunta intende presentare sul piano di razionalizzazione entro il prossimo 30 settembre”.

“L’interrogazione - prosegue il rappresentante dell’area Dem - fa seguito a livello regionale a quanto chiesto dalla Senatrice Laura Puppato al Ministero dello Sviluppo Economico in una interrogazione parlamentare che ha avuto risposta il 23 giugno scorso, e evidenzia le sinergie sull’argomento tra il Gruppo Pd regionale e quello del Parlamento”.


Scarica comunicato