Il Parlamento europeo vota una risoluzione che chiede alla Commissione europea di prendere le distanze dagli attacchi  extragiudiziali compiuti tramite l'utilizzo di droni armati. L'eurodeputato PD Andrea Zanoni: “L'Europa sia un esempio di pace e diritti di fronte al mondo intero condannando il ricorso a queste macchine di morte”.

 

Il Parlamento europeo ha approvato a Strasburgo una risoluzione “sull'utilizzo di droni armati”. L'eurodeputato PD Andrea Zanoni ha così commentato: “Esprimiamo grave preoccupazione per l'utilizzo di droni armati al di fuori del quadro giuridico internazionale e invitiamo la Commissione europea a elaborare una risposta programmatica adeguata a livello sia europeo sia globale a difesa dei diritti umani e del diritto umanitario internazionale”.

 

“Ci opponiamo con forza a tutte le uccisioni mirate extragiudiziali e invitiamo gli Stati membri a fare lo stesso dando seguito alle raccomandazioni delle Nazioni Unite sulle esecuzioni extragiudiziali e sulla promozione e la protezione dei diritti umani e delle libertà fondamentali nell'ambito della lotta contro il terrorismo – afferma Zanoni – A questo proposito mi sembra doveroso includere i droni armati nei pertinenti regimi europei e internazionali di disarmo e controllo delle armi”.

 

“L'Unione europea deve dare l'esempio di cosa vuol dire tutelare i diritti umani e opporsi alla guerra e alla violenza. Non possiamo essere complici di simili attacchi anche se compiuti da Paesi terzi. L'Europa deve essere sinonimo di pace di fronte al mondo intero”, conclude l'eurodeputato.

 

Ufficio Stampa Eurodeputato Andrea Zanoni

Email stampa@andreazanoni.it

Tel (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04

Tel (Italia) +39 0422 59 11 19

Blog  www.andreazanoni.it

Twitter Andrea_Zanoni

Facebook ANDREA ZANONI

Youtube AndreaZanoniTV


Scarica comunicato