ANDREA

ZANONI

Europee 2024

Cerca

Svelato il nome di chi ha fatto togliere lo striscione BASTA CAVE A PAESE. Zanoni IDV: “A gioire di questa scelta saranno sicuramente i cavatori.”

Durante il consiglio di mercoledì scorso 29 settembre è stata trattata l’interrogazione di Andrea Zanoni, Consigliere comunale di Italia dei Valori, presentata al Sindaco ancora lo scorso 29 giugno, relativa alla sparizione dello striscione “BASTA CAVE A PAESE”. 

Nell’interrogazione veniva ricordato che verso la fine del mese di maggio 2010, dopo la manifestazione “Tra Fiori e Sapori” era sparito nel nulla lo striscione che campeggiava in piazza Andreatti a Paese sin dal febbraio del 2008, riportante la scritta “BASTA CAVE A PAESE”.Lo striscione era stato installato nel 2008 dall’amministrazione comunale, sull’edificio dell’attuale biblioteca, in seguito all’approvazione del Consiglio Comunale con voti unanimi dell’ordine del giorno, n. 56 del 20/12/2007, contro gli abusi in materia di cave e contro nuove escavazioni nel nostro comune.

L’assessore ai lavori pubblici, Martino De Marchi, ha risposto all’interrogazione confermando di essere stato lui ad ordinare la rimozione dello striscione per far posto ad uno schermo pubblicitario.

“Trovo condannabile e molto grave la leggerezza  adottata  nell’eliminare quell’importante simbolo di contrasto della deturpazione del nostro territorio – ha dichiarato Andrea Zanoni Consigliere Comunale di Paese.

Lo schermo installato in piazza Andreatti non preclude in alcun modo la possibilità di riappendere lo striscione al suo posto, striscione pagato con i soldi dei cittadini.

Quello che trovo ancor più grave è che nonostante l’interrogazione non mi hanno risposto in merito alla mia richiesta di ripristino di questo simbolo.

Di questa vicenda sicuramente qualcuno gioirà e quel qualcuno sono i cavatori!”

Web: www.andreazanoni.it – Email: zanoni@ecorete.it – cell. 347/9385856

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa