ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

Sensibilità Chimica Multipla, la Regione Veneto fornisca le risorse per combatterla

L’eurodeputato Andrea Zanoni scrive all’assessore alla Sanità veneto Luca Coletto per chiedere risorse umane e strutturali per dare seguito al riconoscimento della Sensibilità Chimica Multipla come malattia rara. “Garantire ai cittadini affetti da questa patologia il sacrosanto diritto alla salute”

 

La Regione Veneto dia seguito al riconoscimento della Sensibilità Chimica Multipla come patologia rara, fornendo le risorse per garantire ai cittadini veneti affetti da questa grave patologia la doverosa assistenza”. Lo chiede l’eurodeputato ALDE Andrea Zanoni con una lettera indirizzata all’Assessore alla Sanità della Regione Veneto Luca Coletto.

 

Dopo il riconoscimento della cosiddetta Multiple Chemical Sensitivity come patologia rara da parte del Consiglio regionale del Veneto nel marzo scorso, Zanoni attira adesso l’attenzione dell’assessore sul bisogno di “individuare la sede del centro di riferimento per la cura, gli ulteriori presidi destinati alla diagnosi e cura, la dotazione organica e le risorse finanziarie necessarie al funzionamento dei presidi e i criteri per l’esenzione dal ticket per questa patologia e la sua cura”. La Regione Veneto avrebbe già dovuto ottemperare a questi obblighi entro 60 giorni dal riconoscimento della malattia.

 

Il riconoscimento della patologia come malattia rara da solo non basta. E’ indispensabile mettere a disposizione risorse, umane e strutturali, affinché ai cittadini affetti da questa patologia sia garantito il sacrosanto diritto alla salute. Ci vogliono diagnosi precoci, cure adeguate, assistenza sanitaria, tutela sul lavoro, prevenzione, studi clinici e ricerca”, scrive Zanoni.

 

L’eurodeputato, che scrive in veste di membro della commissione ENVI Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare al Parlamento europeo, approfitta dell’occasione per chiedere alla Regione Veneto di “riconoscere altre due patologie, la Fibromialgia e l’Encefalomielite Mialgica Benigna, già riconosciute entrambe dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 2003”. “Si tratta di due patologie strettamente legate fra di esse e all’MCS tanto che, spesso, chi è affetto da una di queste malattie, soffre anche delle altre due: per questo motivo sarebbe corretto non dissociarle”.

 

Mi auguro che la Regione veneto, e in particolare l’assessore Coletto, non si limiti al primo passo, sia pur importante, nella tutela delle persone affette da questa malattia ma faccia tutto il possibile per aiutare i nostri concittadini dando loro il massimo sostegno possibile”, conclude Zanoni.

 

BACKGROUND

 

Il Veneto è la seconda regione d’Italia ad aver riconosciuto la Sensibilità Chimica Multipla (MCS – Multiple Chemical Sensitivity) come patologia rara, seconda soltanto al Lazio.

 

L’MCS, in quanto patologia rara principalmente correlata ai prodotti chimici presenti ormai ovunque in larga misura e all’inquinamento ambientale, pregiudica gravemente la qualità della vita delle persone che ne soffrono (anche da un punto di vista lavorativo e socio-relazionale), le quali – proprio per la specificità del disturbo di cui sono affette – necessitano di cure e di strutture speciali, non potendo avvalersi delle normali strutture pubbliche, compresi gli ospedali, dove le sostanze chimiche abbondano.

 

Si è giunti a questo importante risultato, sancito dal voto unanime del Consiglio regionale nella seduta del 03/03/2013, anche grazie alle iniziative di informazione e sensibilizzazione promosse dagli ammalati di MCS, dai loro familiari e dalle associazioni che li rappresentano, in particolare l’Associazione Nazionale A.N.FI.S.C. presieduta da Rosita Romor.

 

Ufficio Stampa Eurodeputato Andrea Zanoni

Email stampa@andreazanoni.it

Tel (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04

Tel (Italia) +39 0422 59 11 19

Blog  www.andreazanoni.it

Twitter Andrea_Zanoni

Facebook Andrea Zanoni

Youtube AndreaZanoniTV

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa