ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

Porto Tolle, Zanoni (PD): “Il governo valuti norme eco sostenibili e si abbandoni per sempre la riconversione a carbone”

L’eurodeputato PD plaude alla sentenza di condanna dei vertici Enel per l’inquinamento della centrale di Porto Tolle (RO): “Chi ha inquinato paghi. Adesso Enel e la Regione abbandonino per sempre il progetto di riconversione a carbone della centrale”

 

“La giustizia descrive la condotta tenuta per la gestione della centrale termoelettrica di Porto Tolle, Rovigo, come fautrice di un disastro ambientale, con conseguente pericolo per la pubblica incolumità. Adesso mi auguro che le sentenze vengano rispettate e che per le nomine in vista di  Eni, Enel e Terna si tenga conto dell’ecosostenibilità”. E’ il commento dell’eurodeputato PD Andrea Zanoni, membro della commissione ENVI Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare al Parlamento europeo, alla sentenza di primo grado a tre anni di reclusione per disastro doloso gli ex vertici dell’Enel, Franco Tatò e Paolo Scaroni, per l’inquinamento prodotto dalla centrale elettrica di Porto Tolle che ha utilizzato finora olio combustibile.

 

“E’ da anni che, i cittadini si battono contro questa centrale per far valer il sacrosanto principio del chi inquina paga ed evitare che la sua riconversione a carbone ci faccia passare dalla padella alla brace – incalza Zanoni – Se da una parte mi auguro che, qualora la sentenza di condanna sia confermata in appello, i responsabili di questo inquinamento siano messi di fronte alla proprie responsabilità, dall’altra voglio proprio sperare che, di fronte a questi scandali, la riconversione a carbone di Porto Tolle, tanto voluta da Enel e dalla Regione Veneto, venga cestinata una volta per tutte. Non possiamo permetterci di scoprire, tra qualche anno, un altro disastro ambientale questa volta causato dalla combustione del carbone”.

 

Zanoni è intervenuto varie volte in Europa per evitare questa riconversione spacciata come “pulita” da Enel e fortemente osteggiata dalla popolazione e da associazioni ambientaliste come Greenpeace.

 

NOTE

 

Il 6 ottobre 2011 Andrea Zanoni ha presentato un’interrogazione parlamentare per chiedere l’intervento della Commissione europea sulla riconversione a carbone della centrale elettrica di Porto Tolle (RO). Il 29 ottobre 2011 Andrea Zanoni ha preso parte alla manifestazione nazionale contro il carbone per dire No alla riconversione a carbone della centrale elettrica di Porto Tolle (RO).   Il 6 luglio 2012 Andrea Zanoni ha presentato una seconda interrogazione parlamentare sulla riconversione a carbone della centrale di Porto Tolle denunciandone la contraddizione con la tabella di marcia per un’economia a basse emissioni di CO2 approvata dal Parlamento europeo. Il 19 dicembre 2012, la Corte di Giustizia Ue ha condannato l’Italia per violazione alla Direttiva Ue sulla qualità dell’Aria.

 

Ufficio Stampa Eurodeputato Andrea Zanoni

Email stampa@andreazanoni.it

Tel (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04

Tel (Italia) +39 0422 59 11 19

Blog  www.andreazanoni.it

Twitter Andrea_Zanoni

Facebook ANDREA ZANONI

Youtube AndreaZanoniTV

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa