ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

Piano venatorio, Zanoni e Bigon (PD): “Governo si costituisce in giudizio contro Regione Veneto. Ottima notizia per la tutela della legalità”.

11 ottobre 2022
“Per la difesa della legalità una notizia più che positiva il fatto che il Consiglio dei ministri abbia deciso di costituirsi in giudizio nel conflitto di attribuzione sollevato dalla Regione Veneto contro l’ordinanza del Tar che ha sospeso il Piano Faunistico venatorio 2022/2027 su ricorso del comune di Rivoli Veronese”.
Il commento è dei consiglieri regionali del PD Veneto, Andrea Zanoni e Anna Maria Bigon in riferimento alla nuova tappa della vicenda che da mesi vede la Regione impegnata in un “braccio di ferro che trova origine dal Piano faunistico-venatorio e dalla volontà della Giunta Zaia di agire in spregio delle leggi. Il ‘casus belli’ della concessione ai cacciatori di pianura di avere accesso alla riserva alpina di Rivoli Veronese è emblematico di questa arroganza”.
“Il Governo uscente ha deciso di difendere la sentenza del Tar e dunque le proprie competenze in materia. Infatti, la Giunta e la maggioranza avevano voluto varare il Piano attraverso una legge, malgrado una sentenza della corte Costituzionale, la 139 del 2017, abbia stabilito che si dovesse procedere con un atto amministrativo. Ci auguriamo a questo punto che il Piano, pieno di disposizioni in contrasto con la Direttiva UE ‘Uccelli’,  naufraghi definitivamente. Resta il fatto che la Regione, benché abbia palesemente agito contro la legge, continua a sperperare soldi pubblici in ricorsi senza speranza”.
 
 
Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa