ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

Finanziamenti per nuovi vigneti. Zanoni (Pd): “Assessore Pan tace su effetti collaterali. Fare valutazione costi-benefici”.

“L’Assessore Pan comunica con entusiasmo il finanziamento di nuovi vigneti, ristrutturazioni, reimpianti e riconversioni per 13,5 milioni. Ben venga che ci siano fondi per i nostri imprenditori, ma Pan non dice nulla sugli effetti “collaterali” a carico della collettività”.

A dirlo il consigliere regionale del PD e vice presidente della Commissione ambiente, Andrea Zanoni.

“Mi chiedo se sia  stato fatto uno studio sugli effetti di questi vigneti: ad esempio sul dissesto idrogeologico, visti i numerosi smottamenti e frane causati dai tanti nuovi vigneti verificatesi ad esempio in numero consistente nelle colline del trevigiano. E’ stata fatta una valutazione dell’impatto chimico sui nostri terreni e sulle falde acquifere a causa dei pesticidi utilizzati nei tanti trattamenti con prodotti chimici spesso di sintesi e difficilmente degradabili? E’ stata fatta una valutazione di impatto sanitario sulle popolazioni residenti in centinaia di migliaia nelle aree limitrofe adibite a vigneti date le ingenti quantità di prodotti chimici di sintesi alcuni dei quali riconosciuti come potenziali cancerogeni? E’ stata fatta – incalza il consigliere democratico – una valutazione sull’impatto alle aree delle nostre colline oggetto di disboscamento per poi fare spazio a nuovi impianti di vigneto? E’ stata fatta una valutazione generale sugli effetti dovuti alle modifiche di portata di torrenti e fiumi a causa della sostituzione di ampie aree di bosco con vigneti notoriamente questi ultimi incapaci di assorbire l’acqua assorbita dai boschi?”

“Il comparto vitivinicolo è in espansione e sicuramente porta dei vantaggi economici molto importanti alle aziende del settore. Una Regione però deve saper tutelare l’interesse pubblico e quindi non può essere cieca e deve saper valutare tutti gli aspetti e i rischi ad essa connessi. Mi sembra che in questo caso i vantaggi siano di pochi ed i consti dei vari effetti siano invece a carico della collettività. La Regione in questo caso pare non valutare la complessità degli effetti di questo fenomeno e perciò chiedo che si diano delle risposte precise a tutte le criticità derivanti da questi impianti”.

“Questi fondi dovrebbero poi essere destinati ponendo delle precise condizioni come la tutela dei boschi esistenti ed il loro mantenimento, lotta biologica dei parassiti e delle patologie delle piante con la riduzione dei prodotti chimici con progressiva sostituzione totale con prodotti ecocompatibili, tutela dei terreni con divieto di movimenti terra causa di smottamenti, la tutela della biodiversità, lotta al fenomeno della deriva dei pesticidi causa di contaminazioni e proteste dei cittadini. Quindi – conclude Zanoni –  invito l’assessore ad effettuare una valutazione su costi e benefici di questi interventi facendo molta attenzione agli effetti su ambiente, territorio, corsi d’acqua, inquinamento dell’aria e salute”.

 

2 dicembre 2015

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa