ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

Consumo di suolo – Zanoni (PD): “Grandi eventi, carta bianca alla Giunta per cementificare ovunque voglia”

Venezia, 24 febbraio 2022

“Se il Pdl 64 nelle intenzioni della maggioranza doveva migliorare la legge sul consumo del suolo togliendo alcune deroghe, visto il flop di quel provvedimento, la missione può considerarsi fallita. Con le modifiche approvate oggi sui Grandi eventi si dà infatti carta bianca alla Giunta per cementificare praticamente ovunque, scavalcando i Comuni”. A dirlo, al termine della seduta odierna della Seconda commissione, è il consigliere regionale del Partito Democratico Andrea Zanoni.

 

“Era già una proposta timida e inadeguata alla situazione, però puntava a mantenere i limiti massimi ‘consumabili’, correggendo delle storture oggettive. Invece abbiamo assistito alla sua demolizione. Con un comma inserito proprio oggi, si stabilisce che non sarà considerato consumo di suolo quello causato da interventi di edilizia produttiva utili allo svolgimento di eventi e manifestazioni individuati dalla Giunta regionale come ‘Grandi eventi’ e che si realizzano sotto la regia di Palazzo Balbi. Questo è un passo indietro rispetto, addirittura, alla legge che si vuole modificare ed è una novità preoccupante. Viene infatti data possibilità alla Giunta di calpestare gli strumenti urbanistici dei Comuni, espropriati delle loro competenze. Un ripensamento sostanziale, tanto che il Pdl adesso dovrà tornare in Prima commissione. Speriamo che nel frattempo non ci siano ulteriori pressioni, evitando un imbarazzante ‘flipper’ tra Commissioni. Resta il fatto – aggiunge in chiusura – che si è deciso di non modificare un testo in modo utile ad affrontare questa piaga che colpisce il Veneto, come risulta dagli impietosi bollettini annuali dell’Ispra sul monitoraggio del consumo di suolo e che ci vedono da troppi anni ai primi posti in Italia. Ancora cemento in una Regione con 500mila case sfitte e 11mila capannoni abbandonati è davvero un controsenso”.

 
Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa