ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

Cancian e Scottà non pensano alla salute dei trevigiani

Treviso 18-11-2011

Andrea Zanoni risponde agli Europarlamentari Pdl e Lega sull’uso di pesticidi nelle colline del Prosecco. “Che interessi vogliono proteggere? Che valore danno alla salute dei cittadini?”. In 1377 chiedono l’intervento della Procura.
“Se gli Onorevoli Cancian e Scottà sono così sicuri che i pesticidi usati nei vigneti del Processo non facciamo male, allora appoggino la legittima richiesta dei ben 1377 cittadini che chiedono analisi   di sangue e urine ai bambini della zona”.

Così Andrea Zanoni, Eurodeputato IdV, replica ai due colleghi di centrodestra all’Europarlamento sull’utilizzo di pesticidi nel trattamento dei vigneti delle colline del trevigiano a due passi dalle case dei cittadini e delle scuole.

“Non so di che dati siano in possesso di Cancian e Scottà, ma sostenere che la popolazione esposta ai pesticidi risulta essere addirittura meno colpita da patologia tumorale della popolazione dei non esposti mi sembra un’affermazione a dir poco azzardata – attacca Zanoni – Cosa vuol dire? Che i pesticidi fanno bene alla salute?”.

A questo proposito l’Eurodeputato IdV invita i due colleghi a leggere le ricerche sugli effetti cancerogeni dei pesticidi redatte da autorevoli esponenti del mondo scientifico, come il Prof. Morando Soffritti, Direttore scientifico del Centro ricerche per la prevenzione del cancro della Fondazione Ramazzini di Bologna, il Prof. Alberto Mantovani dell’Istituto Superiore di Sanità – Dipartimento di Tossicologia e il Prof. Giuseppe Mastrangelo del Dipartimento di Medicina Ambientale e Sanità Pubblica dell’Università di Padova. In particolare, nella relazione “Effetti cronici non cancerogeni e cancerogeni dei fitosanitari” si legge come “l’evidenza scientifica disponibile è sufficiente per suggerire (di) informare i lavoratori circa gli effetti potenzialmente nocivi degli antiparassitari sulla salute».

“Che prezzo sono disposti a pagare Scottà e Cancian pur di difendere gli interessi dei produttori di Prosecco e di chi vende i pesticidi? – si chiede Zanoni – Mi auguro non la salute dei cittadini trevigiani che proprio due giorni fa hanno presentato un esposto in Procura contro i trattamenti fitofarmaci sui vigneti adiacenti alle scuole primarie di Vidor e Valdobbiadene e alla scuola dell’infanzia di Refrontolo”.

Sempre sugli effetti nocivi dei pesticidi, Zanoni fa presente che Scottà e Cancian “questa settimana a Strasburgo non hanno votato l’emendamento alla relazione sul benessere delle api e apicoltura che chiedeva il divieto dell’utilizzo dei pesticidi neonicotinoidi in agricoltura nonostante proprio il Governo Berlusconi ne ha vietato l’utilizzo in Italia due anni fa, quando Zaia, attuale Governatore del Veneto, era Ministro”. Insomma, “incoerenza o mala fede?”

Per quanto riguarda “il tanto acclamato Regolamento comune sull’utilizzo dei pesticidi nella DOCG, si tratta di un testo che non serve in realtà a nulla – prosegue l’Eurodeputato  –  dal momento che non vieta la presenza dei vigneti vicino alle scuole e impone soltanto di non trattare con pesticidi molto tossici, tossici e nocivi nella fascia di 50 m dalle pertinenze relative alle scuole stesse».

“Non sono io ad essere lontano dal territorio (VIDEO) ma Cancian e Scottà – conclude Zanoni – sordi alle preoccupazioni legittime e concrete dei cittadini trevigiani”.

Ufficio Stampa On. Andrea Zanoni
Email stampa@andreazanoni.it
Tel (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04
Tel (Italia) +39 0422 59 11 19
Sito www.andreazanoni.it
Twitter Andrea_Zanoni

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa