ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

Aree protette venete di Rete Natura 2000. Zanoni (PD): “Perché in Veneto le procedure di valutazione di incidenza ambientale (Vinca) non prevedono trasparenza e la partecipazione?”.

“Le Linee Guida nazionali per la valutazione di incidenza ambientale, del 2009 e approvate in Conferenza Stato-Regioni anche dal Veneto, prevedono la partecipazione del pubblico nei procedimenti di VIncA, cioè nelle procedure di valutazione di incidenza ambientale dei progetti di interventi e opere (spesso gravemente impattanti come strade e grandi opere) che riguardano o possono riguardare i siti Natura 2000, attraverso la presentazione di osservazioni. Ed impegnano le autorità competenti per la valutazione di incidenza alla pubblicazione nei propri siti web, nella fase iniziale del procedimento, di tutte le informazioni rilevanti ai fini del processo decisionale, garantendo la possibilità di presentare eventuali osservazioni. Ma purtroppo la Regione Veneto non osserva queste indicazioni”.

A dirlo il consigliere regionale del PD Veneto, Andrea Zanoni, primo firmatario di un'interrogazione rivolta all’assessore con delega ai Parchi e alle Aree Protette e sottoscritta dai colleghi dem Francesca Zottis e Jonatan Montanariello assieme a Arturo Lorenzoni (Portavoce dell'opposizione), Cristina Guarda (Europa Verde), Erika Baldin (M5S) ed Elena Ostanel (Veneto che vogliamo).

“In gran parte dei Comuni veneti – si legge – tale adempimento procedurale è disatteso e molti cittadini vengono privati del loro diritto di partecipazione. Sarebbe in questo senso indispensabile la messa a disposizione di una piattaforma digitale per la gestione da parte di ogni Comune di tale incombenza, in grado anche di facilitarne l'accesso alla cittadinanza. Questo, anche per evitare lo sviluppo di contenziosi amministrativi a causa delle carenze ed omissioni procedurali che possono investire l'approvazione di delicati interventi e nell'ottica di uno sviluppo della semplificazione e facilitazione delle procedure amministrative”.

“Vogliamo sapere – conclude Zanoni – per quale motivo la Giunta regionale non ha ancora allestito un sistema standardizzato a disposizione delle autorità competenti per l'approvazione delle VIncA, per la pubblicazione degli atti relativi ai procedimenti di VIncA e per la raccolta delle relative osservazioni del pubblico. E se finalmente intenda procedere per favorire la completa attuazione nel Veneto delle Linee Guida nazionali. Non vorrei che la Giunta regionale fosse più preoccupata per le  osservazioni scomode, di cittadini e associazioni,  sui progetti che vanno a minacciare quelle poche aree protette che il Veneto ha istituito per la Rete Natura 2000 UE ai sensi delle Direttive UE “Habitat” e “Uccelli”, rispetto agli impatti sull’ambiente di tali progetti”.

 
Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa