ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

Richiami vivi, a Bruxelles 18mila firme per l’abolizione

Questa settimana abbiamo consegnato quasi 18mila firme alla presidente della commissione petizioni al Parlamento europeo per chiedere il divieto in tutta Europa dell’utilizzo di uccelli selvatici come richiami vivi. Ho accompagnato personalmente alcuni rappresentanti della Lega per l’Abolizione della Caccia (LAC) e del Committee Against Bird Slaughter, (CABS) alla consegna delle firme.

Con queste firme chiediamo che l’Ue proibisca per sempre il possesso di uccelli selvatici, sia derivanti da cattura che da allevamento, utilizzati come richiami vivi nella caccia agli uccelli migratori. Si tratta di milioni di piccoli uccelli sottoposti ad atroci sofferenze per diventare appunto richiami vivi. Per questo è indispensabile inserirli nell’allegato della Direttiva Ue 2009/147/CE che elenca i mezzi vietati”. 

 
Insieme a Graziella Zavalloni del Direttivo nazionale LAC, Dario Buffoli veterinario LAC, Andrea Rutigliano investigation officer del CABS e Gabriela Moreno volontaria del CABS, ho consegnato ad Erminia Mazzoni, eurodeputata popolare e presidente della commissione petizioni, ben 17.953 firme contro i richiami vivi, circa 7000 raccolte in Italia.

 

Quello dei richiami vivi costituisce uno dei casi più aberranti della follia venatoria. Si tratta di una pratica barbara contrastabile solo a livello europeo. Per questo lo scorso maggio in commissione ambiente ho presentato un emendamento alla relazione sulla “Strategia dell’Unione europea per la protezione e il benessere degli animali 2012-2015. Questo emendamento prevedeva “l’inclusione di misure volte a risolvere il problema del possesso di uccelli selvatici, catturati o allevati, utilizzati come richiami vivi nella caccia di uccelli migratori, in condizioni incompatibili con la loro natura”.

 
Lo scorso agosto, ho anche presentato un’interrogazione alla Commissione europea per chiedere lo stop alle deroghe del Veneto e di altre regioni sulla cattura di uccelli da usare come richiami vivi.

 
Mi auguro che la commissione petizioni dia seguito a questa raccolta firme anche alla luce dell’articolo 13 del Trattato di Lisbona che riconosce gli animali quali essere senzienti.

 
Andrea Zanoni

 

 

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

 
Ultime News