ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

LA REGIONE BLOCCHI LA NUOVA COLATA DI CEMENTO APPROVATA DAL COMUNE DI TEOLO SU UN SITO PROTETTO DELLA RETE NATURA 2000 DELL’UNIONE EUROPEA

Il Comune di Teolo ha approvato una variante al Piano degli Interventi che prevede 60.000 metri cubi per 9 strutture residenziali da 4 piani sebbene, in quanto ricadenti in un contesto agricolo, non dovrebbero superare i 6 metri, piu’ 37.000 metri cubi per strutture turistiche..
L’operazione, in odore di speculazione edilizia, è aggravata dal fatto che questa nuova colata di cemento dovrebbe sorgere nel sito della Rete Natura2000 “Colli Euganei – Monte Lozzo-Monte Ricco”.
Con un’interrogazione, sottoscritta anche dalla collega Camani, ho chiesto all’Assessore al Territorio se la Regione Veneto intenda bloccare questa variante così minacciosa per questo importante sito naturalistico protetto.
Forti le preoccupazioni di cittadini, amministrazioni comunali limitrofe, comitati e associazioni della zona, che si stanno organizzando anche a livello giuridico, in testa il WWF Padova-Vicenza che non ha dubbi sul fatto che il tutto si prefiguri come un raggiro delle precedenti norme a fini speculativi.
In Veneto siamo campioni di consumo di suolo e abbiamo il record negativo nella distruzione di biodiversità, progetti come questi al giorno d’oggi sono un’offesa al buon senso e all’intelligenza oltre a rappresentare un vile attacco alle future generazioni.
Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

 
Ultime News