ANDREA

ZANONI

Europee 2024

Cerca

DIGA DEL VANOI: UN PROGETTO DA FERMARE

Il progetto della diga del Vanoi è fuori dal tempo: costa già un milione e mezzo di euro e richiede l’impiego di 245.000 metri cubi di calcestruzzo. Ciò significa che 20.000 camion dovrebbero percorrere le strade di Lamon e dei comuni limitrofi per poter realizzare l’opera.
La diga dovrebbe contenere 33 milioni di metri cubi d’acqua. Questa soluzione è una risposta sbagliata a un problema reale e gravissimo: seve immagazzinare l’acqua ma non con grandi dighe.
Il Partito Democratico Veneto ha fatto delle proposte: pulizia degli invasi, creazione di un piano di micro invasi e di gestione delle acque, prevenzione delle perdite nelle reti idriche, sensibilizzazione dei privati, adozione di un efficace bilancio idrico, rafforzamento dell’attività di controllo e nascita di una cabina di regia regionale che eserciti funzioni di indirizzo. Infine ha proposto la creazione di aree forestali di infiltrazione nelle zone di alta pianura.
Come consiglieri regionali abbiamo depositato una mozione contro questa diga.
La diga del Vanoi, oltre a creare danni ambientali, creerà danni economici: costerà molto e comporterà una riduzione del valore delle case di chi ci abita vicino.
Quest’opera non deve essere realizzata. I soldi dovrebbero essere utilizzati per interventi capillari in tutto il territorio. Mi auguro che il responso della VIA, la Valutazione di Impatto Ambientale, di questo progetto sia una chiara e forte bocciatura.
Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

 
Ultime News