ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

«Taglia di 500 euro a chi farà il nome dei vandali che hanno imbrattato il Parco delle Dolomiti friulane»

Mani ignote hanno imbrattato con vernice spray rossa il territorio del Parco delle Dolomiti friulane, da forcella Compol a casera Laghet de Sora, nel Comune di Cimolais (PN). L’eurodeputato Andrea Zanoni ha affermato: «Un gesto criminale che va punito severamente»

 

Giovedì 19 settembre 2013, Vittorino Mason e Loris De Barba, scrittori alpinisti rispettivamente di Castelfranco Veneto (TV) e Belluno, di ritorno dalla cresta dei Triestini a Cima Preti, hanno notato lo scempio che mani ignote hanno fatto con vernice spray rossa nel Parco della Dolomiti friulane.

 

Da forcella Compol a casera Laghet de Sora, nel Comune di Cimolais (PN) rocce, alberi e cartelli segnaletici sono stati danneggiati con una quantità notevole di vernice (FOTO). Sono state impresse scritte gigantesche con spray rosso visibili anche a duecento metri di distanza, i fusti degli alberi sono stati danneggiati con segni e su un cartello del Parco è stato scritto “Drap”, ossia il nome della valle.

 

Dai primi accertamenti sembra che alpinisti e escursionisti della zona sappiano di chi si tratti, in quanto il responsabile si sarebbe reso protagonista di episodi analoghi anche in passato.

 

L’eurodeputato Andrea Zanoni, membro della Commissione ENVI Ambiente, Salute Pubblica e Sicurezza Alimentare al Parlamento europeo ha affermato: «È un atto vile e estremamente grave. Il responsabile potrebbe ripeterlo in altri luoghi e quindi va assolutamente individuato il prima possibile e punito. Si è reso colpevole dei reati previsti all’articolo 734 del Codice Penale, ovvero di “Distruzione o deturpamento di bellezze naturali” che prevede un’ammenda da mille trentadue euro a seimila centonovantasette euro e all’articolo 635 del Codice Penale, ossia di “Danneggiamento”, punito con la  reclusione da sei mesi a tre anni, nonché dalle sanzioni previste dall’articolo 181 del Decreto legislativo numero 42 del 2004 “Codice dei Beni culturali e dell’Ambiente” in tema di interventi non autorizzati in aree tutelate con il vincolo paesaggistico. Saputo quanto accaduto, ho immediatamente sentito l’amico Vittorino Mason, che stimo per i suoi lavori e scritti sulla montagna e sull’ambiente e che conosco da oltre 15 anni. Mi ha testimoniato che in certi tratti ci sono strisciate di vernice addirittura ogni metro e che quando hanno visto lo scempio sono inorriditi. Siamo di fronte a un danno ambientale e paesaggistico considerevole: offro una taglia di 500 euro a chi mi fa nome e cognome dell’autore di questa ferita inferta al Parco friulano»

 

 

Ufficio Stampa On. Andrea Zanoni

Email info@andreazanoni.it 

Tel. (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04

Tel. (Italia) +39 0422 59 11 19

Sito www.andreazanoni.it

Twitter Andrea_Zanoni

Facebook Andrea Zanoni

Youtube AndreaZanoniTV

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa