ANDREA

ZANONI

Europee 2024

Cerca

OGGI UNA DELEGAZIONE DI PAESEAMBIENTE E DI 15 CITTADINI DI PAESE HA CONSEGNATO AL SINDACO VALERIO MARDEGAN UNA PETIZIONE PER BLOCCARE LA NUOVA DISCARICA DI AMIANTO SOTTOSCRITTA DA BEN 1450 CITTADINI. IL SINDACO HA ANNUNCIATO AI PRESENTI CHE IL RICORSO SI FARA’.

Oggi pomeriggio alle 15.00 una delegazione di Paeseambiente, rappresentata dal presidente Andrea Zanoni e dal vicepresidente Stefano Ghedin, e di alcuni cittadini di Paese, in tutto una ventina di persone, tra le quali un bimbo di sette mesi, due bimbe di 8 anni e molte mamme, ha consegnato al sindaco Valerio Mardegan una petizione per bloccare la nuova discarica di amianto di Porcellengo/Castagnole, sottoscritta da ben 1450 cittadini. Le 1450 firme, raccolte in tempo da record in soli 12 giorni, riguardano una petizione che chiede al comune di Paese di opporsi, con un ricorso al TAR del Veneto, alla nuova discarica di rifiuti di amianto tra Porcellengo e Castagnole, autorizzata il 22 ottobre scorso dalla provincia di Treviso. Durante l’incontro, il Sindaco ha annunciato che il comune ha deciso di ricorrere al TAR del Veneto, evidenziando che i legali incaricati alla stesura avrebbero già individuato 4 o 5 motivi di ricorso sia sostanziali che formali. Paeseambiente ringrazia i numerosissimi cittadini che si sono fatti promotori della raccolta delle firme senza dei quali non si sarebbe mai raggiunta la considerevole cifra di 1450 sottoscrizioni, quota destinata ad incrementarsi di alcune centinaia di firme visto che continuano ad arrivare decine di moduli firmati. Andrea Zanoni, presidente di Paeseambiente, ha così commentato l’incontro con il Sindaco: Siamo molto soddisfatti della decisione del sindaco di impugnare al TAR l’autorizzazione della Provincia. Ciò avvalora le nostre posizioni di contrarietà alla discarica per motivi di tutela della salute dei cittadini e dell’ambiente di Paese, comune già pesantemente segnato ed inquinato da cave e discariche. L’annuncio del Sindaco, attesissimo da tutti i presenti, ci ha dato motivo di speranza e di fiducia nelle istituzioni, che purtroppo per molto tempo si sono dimostrate lontanissime dalle istanze dei cittadini che desiderano vivere in un ambiente meno degradato e meno inquinato. In allegato 2 fotografie click click della delegazione.

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa