ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

LA NUOVA AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PAESE MANTIENE LE PROMESSE FATTE IN CAMPAGNA ELETTORALE E REVOCA IL PROTOCOLLO CON LA PROVINCIA, CHE PREVEDEVA UNA NUOVA STRADA, CHE AVREBBE DISTRUTTO LE ULTIME CAMPAGNE DI PAESE.

Il Comune di Paese (TV), per volontà del nuovo sindaco Valerio Mardegan, ha recentemente revocato il protocollo d’intesa sottoscritto nel giugno del 2002 tra la Provincia di Treviso e la precedente Amministrazione di Vigilio Pavan, che prevedeva la realizzazione di una nuova imponente strada di collegamento tra la Feltrina e la Castellana; l’opera in parte era già stata finanziata dalla Provincia di Treviso con ben due milioni di euro, che ora verranno impiegati in altri interventi viari. Il gruppo ambientalista Paeseambiente nel giugno scorso era sceso in campo con una imponente mobilitazione, tramite la distribuzione di 10.000 volantini e la partecipazione ad una trasmissione televisiva, per scongiurare la realizzazione di questa opera che con i sui 5 chilometri di strada avrebbe portato alla distruzione di circa 100.000 metri quadrati di campagna, 400 metri di siepi secolari e di altrettanti metri di fossi e fossati di scolo delle acque, nonché l’escavazione di migliaia di metri cubi di terreno e ghiaia per i tratti eseguiti in “trincea”. Andrea Zanoni, presidente di Paeseambiente ha espresso così la soddisfazione per questa importante notizia: La nuova giunta Mardegan ha mantenuto le promesse fatte agli elettori in campagna elettorale, revocando quel terribile protocollo della precedente giunta con la provincia di Treviso, che avrebbe comportato la realizzazione di una strada inutile per i cittadini e disastrosa per le ultime campagne di Paese e per la tranquillità dei suoi abitanti. Il nostro intervento in campagna elettorale ha aperto gli occhi a molti elettori, che alla fine hanno premiato il candidato contrario a questo scempio ambientale, castigando sonoramente invece l’altro candidato, che appoggiava questa devastante opera. Credo che ogni amministrazione cosciente e responsabile non dovrebbe mai operare contro l’ambiente, perché ciò significa operare contro i cittadini oggi sempre più sensibili a questa indispensabile componente necessaria per vivere decorosamente.

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa