ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

Fondi pubblici per difendere la caccia ai cuccioli di Volpe

Il 9 dicembre, la Giunta della Provincia di Treviso ha deciso di costituirsi in giudizio davanti al TAR Veneto contro la Lega Antivivisezione, l’Ente Nazionale Protezione Animali e l’Organizzazione Internazionale Protezione Animali per difendere il provvedimento “ammazza cuccioli di Volpi”. L’eurodeputato Andrea Zanoni ha affermato: «La Provincia ha stanziato 900 euro di fondi pubblici per difendere l’indifendibile. Invito tutti a firmare la petizione per fermare quest’autentica strage di cuccioli che l’Amministrazione guidata da Leonardo Muraro vuole mettere in atto e a partecipare alla manifestazione di sabato prossimo».

 

Il 9 dicembre 2013, con delibera numero 531, la Giunta della Provincia di Treviso ha deciso di costituirsi in giudizio davanti al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) Veneto contro la Lega Antivivisezione (LAV), l’Ente Nazionale Protezione Animali (ENPA) e l’Organizzazione Internazionale Protezione Animali (OIPA) per difendere il provvedimento “ammazza Volpi”.

 

Le associazioni animaliste locali hanno presentato ricorso al TAR, notificato alla Provincia il 4 dicembre 2013, per chiedere l’annullamento della Determinazione numero 2638/2013 con cui il 6 settembre scorso è stato approvato il Piano di uccisione delle Volpi anche in primavera.

 

La Giunta provinciale, guidata dal Presidente Leonardo Muraro, ha inoltre stanziato 900 euro per le spese legali, quindi saranno i contribuenti che pagheranno per difendere il massacro dei cuccioli.

 

L’eurodeputato Andrea Zanoni, vice Presidente dell’Intergruppo per il Benessere e la Conservazione degli Animali al Parlamento europeo ha affermato: «Trovo inconcepibile che, in un momento di difficoltà economica come quello che stanno vivendo moltissimi cittadini trevigiani, l’Amministrazione provinciale metta a bilancio 900 euro per cercare di difendere l’indifendibile. La Provincia di Treviso ha deciso di resistere al ricorso delle associazioni ambientaliste spendendo fondi pubblici per mettere in atto la caccia ai cuccioli di Volpe, una pratica crudele e inutile. Siamo di fronte all’ennesima regalia fatta alla lobby dei cacciatori, prevedendo anche l’uccisione dei cuccioli e una morte atroce (VIDEO): i cani da tana dei cacciatori spesso sbranano le mamme Volpi che cercano di difendere fino alla fine i propri piccoli. Si assiste ad una crudeltà inaudita anche per i cani stessi che escono gravemente feriti e mutilati dopo le battute di caccia».

 

La Volpe ha un ruolo biologico importantissimo di predatrice di altre specie quali ratti e nutrie (FOTO). «È un animale che andrebbe protetto, anzi particolarmente protetto, perché ha un ruolo ecologico fondamentale che con questo scellerato programma di sterminio viene compromesso a favore di troppa gente con doppietta al seguito – ha concluso Zanoni –  Eliminando le povere Volpi si otterrà l’effetto contrario a quello che la Provincia ha sempre sostenuto di volere favorendo la proliferazione delle Nutrie, i simpatici castorini tanto odiati dalla Amministrazione trevigiana. Invito tutti a firmare la petizione, lanciata da OIPA, LAV, LAC, ENPA, per fermare quest’autentica strage di cuccioli che l’Amministrazione guidata da Leonardo Muraro vuole mettere in atto e a partecipare alla manifestazione di Treviso che si terrà sabato prossimo alle 9.30 in piazza Borsa».

 

BACKGROUND

 

Con Determinazione numero 2638/2013 del Settore Caccia, Pesca e Agricoltura della Provincia di Treviso, il 6 settembre scorso è stato approvato il Piano di controllo delle Volpi. L’Assessore provinciale alla Caccia, Mirco Lorenzon, ha dato così il via all’uccisione di 350 Volpi, per il triennio 2013/2016. Il Piano triennale della Provincia di Treviso, prevede in totale l’abbattimento di 1.050 esemplari. Dal 9 settembre 2013 al 28 febbraio 2014, dal 1 agosto 2014 al 28 febbraio 2015 e dal 1 agosto 2015 al 28 febbraio 2016 l’uccisione avverrà di notte con l’ausilio di fari o abbattimento alla cerca e all’aspetto senza l’ausilio di cani. Durante tutto il resto dell’anno, ovvero in primavera, l’uccisione avverrà in tana con l’ausilio di cani e all’aspetto in prossimità della tana con utilizzo dei cani.

 

Ufficio Stampa On. Andrea Zanoni

Email info@andreazanoni.it

Tel. (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04

Tel. (Italia) +39 0422 59 11 19

Sito www.andreazanoni.it

Twitter Andrea_Zanoni

Facebook ANDREA ZANONI

Youtube AndreaZanoniTV

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa