ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

DOPO UN ANNO DI LAVORO LA COMMISSIONE LEGALITA’ CHE PRESIEDO HA PRESENTATO LA RELAZIONE SUGLI INFORTUNI NEI LUOGHI DI LAVORO, CON L’AUSPICIO CHE SIA DI STIMOLO PER CONTRASTARE QUESTO DRAMMATICO FENOMENO

Nell’ultima seduta della Commissione Legalità, che presiedo, abbiamo presentato la Relazione sul percorso conoscitivo, durato un anno, sugli infortuni sul lavoro e malattie professionali in Veneto.
Grazie all’interlocuzione con INAIL, Ispettorato interregionale del Lavoro, SPISAL (Servizi di Prevenzione, Igiene e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro), rappresentanti sindacali, esponenti datoriali e settori produttivi specifici (edilizia e agricoltura), forze dell’ordine, la Commissione ha potuto acquisire un quadro trasversale delle questioni legate agli infortuni sul lavoro.
I temi più spesso ricorrenti sono stati: puntare sulla formazione e la promozione della cultura della sicurezza del lavoro, magari fin dalla scuola; formazione adeguata per rischi specifici; adattare le norme alle piccole realtà produttive; formazione specifica per lavoratori stranieri.
E’ stato un lavoro impegnativo e un confronto con un gran numero di soggetti che ha prodotto un importante e corposo documento, che evidenzia i punti cruciali che troppo spesso portano agli infortuni sul lavoro, anche fatali. In particolare non c’è un numero sufficiente di operatori SPISAL addetti ai controlli e la formazione dei lavoratori è ancora insufficiente.
Il luogo di lavoro deve diventare un posto sicuro ovunque e comunque con ogni sforzo da parte di istituzioni e politica.
Qualsiasi incidente ma soprattutto le morti bianche sono inaccettabili per una società civile. Le regole ci sono, possono essere migliorate ma vanno soprattutto rispettate.
Particolare importanza, infatti, è stata riconosciuta agli enti preposti ai controlli anche perchè scoraggiano il ricorso ai subappalti irregolari dove i rischi per i lavoratori aumentano.
Mi auguro che questo lavoro rappresenti il punto di partenza per ridurre al massimo questo drammatico fenomeno stimolando iniziative legislative e politiche sul tema, a partire proprio dal potenziamento degli organici degli SPISAL. Andrea Zanoni
Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa