ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

Caccia – Zanoni (PD) “Il ministro Galletti ci ripensi, la caccia al lupo è una scelta illogica e irresponsabile, bocciata anche dall’Unione Europea”

“La caccia al lupo è una scelta illogica e irresponsabile. Sia il Friuli, con la Presidente Serracchiani, sia il Veneto, con l’Assessore Pan, hanno manifestato la propria contrarietà: mi auguro quindi che durante la prossima Conferenza Stato – Regioni il ministro all’Ambiente Galletti ci ripensi”. Lo afferma in una nota il consigliere regionale del Partito Democratico Andrea Zanoni, che “critica il Piano di conservazione e gestione del lupo, che ha già avuto un primo via libera”. “Tra le misure previste – informa l’esponente dei Democratici – c’è la possibilità di procedere con abbattimenti selettivi del 5% degli esemplari presenti in Italia. Non sono però chiare le modalità con cui i predatori verrebbero uccisi; inoltre, gli animali vivono in branchi ben strutturati e quindi non sono possibili abbattimenti realmente selettivi, i cui effetti sarebbero quindi imprevedibili”.

Il consigliere regionale ricorda come “questa soluzione sia stata già bocciata dall’Europa nel 2011. Il Commissario all’Ambiente Ue Janez Potocnik, in merito ad una mia interrogazione sull’uccisione dei lupi in Italia, alla luce della depredazione del bestiame, rispose infatti che ‘una serie di misure di prevenzione e di protezione si sono rivelate efficaci per attenuare i rischi di danni: recinzioni elettrificate, cani da guardia, alloggiamenti notturni più sicuri per il bestiame, presenza di pastori nei pascoli’”.

“Concordo con Lav, Lipu, Enpa, Wwf – conclude Andrea Zanoni – e con tutte le altre associazioni e i cittadini che stanno protestando: aprire la caccia al lupo è una scelta illogica ed irresponsabile, vengano invece adottate in merito le misure suggerite dall’Unione Europea”.

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa