ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

Ambiente – Zanoni (PD): “Ex C&C, dal Parlamento europeo un ulteriore impulso alla bonifica del sito”

“Anche il Parlamento europeo dà ragione ai cittadini: l’area C&C di Pernumia è una bomba ambientale e la bonifica del sito è ancora ben lontana da essere realizzata. Sono soddisfatto che abbia deciso di non archiviare l’esposto come richiesto precedentemente dall’eurodeputata di Forza Italia Elisabetta Gardini”. Questo il commento dl consigliere del Partito Democratico Andrea Zanoni dopo la decisione della commissione Petizioni del Parlamento europeo riunita a Bruxelles per discutere del caso. “Mi occupo della questione dal 2013, ho sollevato il problema quando ero parlamentare europeo – ricorda Zanoni – portando in commissione le 2.400 firme raccolte dai rappresentanti dei comitati e con un’interrogazione. La decisione di ieri dà quindi un ulteriore impulso alla bonifica di questo sito dove sono stoccati rifiuti tossico-nocivi, che possono inquinare l’aria e le falde acquifere di tre comuni: Pernumia, Due Carrare e Battaglia Terme”, aggiunge l’esponente dem che nelle scorse settimane aveva anche presentato un’interrogazione a risposta immediata in Consiglio regionale insieme ai colleghi di partito Claudio Sinigaglia e Piero Ruzzante. “Nei capannoni abbandonati ci sono ancora migliaia di tonnellate di rifiuti speciali, distanti poche centinaia di metri da centri abitati, campagne e dal canale Vigenzone. Non c’è più tempo da perdere: la Regione deve attivarsi per trovare le risorse necessarie al completamento della bonifica, sfruttando anche i fondi europei assegnati al Veneto, ma soprattutto per far spendere al Comune le risorse stanziate e ad oggi inspiegabilmente ancora inutilizzate”.

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa