ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

Centrale di Porto Tolle, non cadiamo dalla padella alla brace

Dopo la sentenza di condanna dei vertici Enel per l’inquinamento della centrale di Porto Tolle (RO), una cosa è certa, anzi due: chi ha inquinato deve pagare e non possiamo permetterci altri disastri ambientali nella zona. Per questo mi auguro che, anche alla luce di quanto è stato commesso nel passato, Enel e la Regione Veneto abbandonino per sempre il progetto di riconversione a carbone della centrale.

 

La giustizia ha descritto la condotta tenuta per la gestione della centrale termoelettrica di Porto Tolle, a Rovigo, come “fautrice di un disastro ambientale, con conseguente pericolo per la pubblica incolumità”. Adesso mi auguro che le sentenze vengano rispettate e che per le nomine in vista di Enel. Ma anche delle altre grandi Eni e Terna, si tenga conto anche, per non dire soprattutto, dell’ecosostenibilità.

 

Ma non è finita qui. Purtroppo la centrale di Porto Tolle potrebbe riservarci ancora delle brutte sorprese se non verrà disinnescata un’altra insidia: la sua riconversione a carbone. Si perché, a quanto, pare, non soddisfatti dei disastri fatti con l’olio combustibile, adesso se ne vogliono fare altri con il carbone, che Enel giura essere “pulito”.

 

È da anni che i cittadini si battono contro questa centrale per far valer il sacrosanto principio del chi inquina paga ed evitare che la sua riconversione a carbone ci faccia passare dalla padella alla brace. Se da una parte, infatti, mi auguro che, qualora la sentenza di condanna sia confermata in appello, i responsabili di questo inquinamento siano messi di fronte alla proprie responsabilità, dall’altra voglio proprio sperare che, di fronte a questi scandali, la riconversione a carbone di Porto Tolle, tanto voluta da Enel e dalla Regione Veneto, venga cestinata una volta per tutte.

 

Per questo sono intervenuto varie volte in Europa, presentando delle interrogazioni parlamentari, per evitare questa riconversione spacciata come “pulita”. Dopo quanto è stato scoperto in questi giorni, non possiamo proprio permetterci di passare dalla padella alla brace.

 

Andrea Zanoni

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

 
Ultime News