Andrea Zanoni (IdV) presenta un'interrogazione parlamentare alla Commissione europea per chiedere di approfondire le denunce di comitati e cittadini sulla presenza di materiali tossici sotto l'autostrada. “Sotto strade e infrastrutture in Italia si butta di tutto. A rischio c'è la nostra salute”

 

“Materiali di scarto di acciaieria potenzialmente tossici nel fondo stradale della Valdastico Sud tra Vicenza e Rovigo? Possibile violazione delle direttive Ue Acque e Rifiuti”. Andrea Zanoni, Eurodeputato IdV e membro della commissione ENVI Ambiente, salute pubblica e sicurezza alimentare al Parlamento europeo, presenta un'interrogazione parlamentare per chiedere verifiche alla Commissione europea. “Se sotto il manto stradale della Valdastico ci fossero veramente rifiuti tossici, a rischio ci sarebbe la salute delle migliaia di persone che abitano nella zona. Per troppo tempo sotto strade a grandi infrastrutture si è gettato di tutto. Ci vogliono rigidi controlli e pene esemplari”.

 

Nel 2011 il Comitato difesa ambiente salute Valdastico Sud ha denunciato la presenza di materiali di scarto di acciaieria potenzialmente tossici nel fondo stradale della Valdastico come rilevato da alcune analisi da laboratorio. L’associazione Medicina Democratica e l’AIEA (Associazione italiana esposti amianto) hanno presentato un altro esposto da cui sono scaturite le indagini dei Carabinieri e della Procura Anti-Mafia di Venezia attualmente ancora in corso. Inoltre, sono stati registrati più casi sospetti di cani deceduti poco dopo essersi abbeverati da pozze d’acqua lungo il sedime stradale, il che lascia spazio all’ipotesi di acque contaminate dalla presenza di materiali tossici, con conseguente rischio per la salubrità della falda acquifera qualora le sostanze inquinanti filtrassero nel sottosuolo. “In Italia i processi sui reati ambientali non vengono mai portati a termine perché le analisi richiedono tempi lunghi, mentre dopo appena quattro anni i reati si prescrivono” riferisce Zanoni.

 

“A settembre 2012 è prevista l’apertura del primo tratto della bretella autostradale Valdastico Sud, 54,3 km per un costo di 1.180 milioni di euro, che collegherà la A31 in provincia di Vicenza alla statale Transpolesana in provincia di Rovigo – continua Zanoni - In Italia il problema dello smaltimento di rifiuti tossici in occasione di grandi opere è un grosso problema – conclude l'Eurodeputato – In Europa ci sono regole precise su come vanno trattati i rifiuti (Direttiva 2008/98/CE). L'Italia si deve attenere alla lettera alle norme comunitarie nell'interesse della salute di tutti noi e non deve tentare, come sta facendo il ministro dell'Ambiente Corrado Clini, di attuare pericolose scorciatoie come quella di non considerare rifiuti i materiali di scavo contaminati”.

 

Ufficio Stampa On. Andrea Zanoni
Email stampa@andreazanoni.it
Tel (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04
Tel (Italia) +39 0422 59 11 19
Sito www.andreazanoni.it
Twitter Andrea_Zanoni


Scarica comunicato