ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

Paese (TV), diniego sindaca a tappa commemorativa per il 25 Aprile. Zanoni (PD): “Discriminazione grave. Ringrazio il Sen. Martella che vuole fare luce su quanto accaduto”.

“Il diniego della sindaca di Paese ad inserire tra le tappe commemorative del 25 Aprile il monumento di via Salvo d’Acquisto, come proposto dall'Anpi, rappresenta un atto di grave discriminazione tra associazioni combattentistiche e tra monumenti in ricordo dei caduti. Un distinguo che, in una giornata che commemora le vittime del fascismo e del nazismo non ha nessuna spiegazione, se non quella ideologica”.
 
La presa di posizione è del consigliere regionale del PD Veneto, Andrea Zanoni.
 
“Bene ha fatto, e lo ringrazio, il senatore dem Andrea Martella che ha presentato un'interrogazione al ministro dell'Interno, chiedendo se non ritenga opportuno approfondire le ragioni che hanno portato al diniego e dichiarare pubblicamente il proprio sostegno alla richiesta dell’Anpi, in vista della Festa della Liberazione del prossimo anno. Va ricordato che il monumento di via Salvo d’Acquisto è dedicato ai 25 concittadini, non solo partigiani, ma anche militari e civili, caduti partecipando alla Resistenza”.
 
“L'auspicio è che finiscano le repliche di questo episodio increscioso, che si ripete ogni anno. Generato – conclude Zanoni – da una mancanza di rispetto e da una profonda ignoranza dei principi fondamentali della nostra Costituzione”.
 
Da parte sua Roberto Foffani, Segretario del Circolo PD di Paese, condivide l’interrogazione presentata da Martella, e parla di una “sostanziale freddezza dell'amministrazione comunale per quella che fu la sanguinosa lotta contro il nazi-fascismo. Far memoria alle nuove generazioni di quella battaglia, contro la dittatura e contro la barbarie, da cui è nata la Costituzione e la nostra democrazia, deve rimanere tra i compiti più alti delle istituzioni repubblicane, ad ogni livello”.
 
 
 
Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

 
Ultime News