ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

NELLE ACQUE DEL VENETO SEMPRE PIU’ PESTICIDI E SOSTANZE CHIMICHE. BISOGNA CONVERTIRE L’AGRICOLTURA DA CHIMICA A BIOLOGICA

In commissione ambiente ci hanno illustrato lo stato delle acque del bacino scolante di Venezia, una enorme area a cavallo tra le province di Treviso, Padova, Vicenza e naturalmente Venezia.
Il quadro è desolante: nei fiumi e corsi d’acqua balzano agli occhi le percentuali dei pesticidi, in particolare degli erbicidi. A fronte di un limite di 0,005 µg/l (microgrammi per litro), abbiamo concentrazioni inquietanti come nel Bacchiglione di 83,2 µg/l, nel Moltalbano di 200 µg/l, nel Fiumazzo di 155 µg/l, nel Naviglio Brenta di 75,3 µg/l, nel Lusore di 267,3 µg/l, nel Marzenego di 130 µg/l, nel Dese Zero di 116,5 µg/l, nel Vela di 65,7 e nel Bacino scolante nella laguna di Venezia di 115,1 µg/l.
Gli erbicidi usati in agricoltura come AMPA, Glifosato, Metholachlor e Nicosulfuron, sono presenti in quantità importanti nel Canale Vela, Scolo Musoncello, fiume Dese, fiume Zero, Rio Storto, Canale Osellino, Collettore di Levante, fiume Marzenego, Scolo Lusore, Naviglio Brenta, Taglio Novissimo, Scolo Fiumazzo, Scolo Schilla, Canale Scarico e Canale Trezze.
In molti corsi d’acqua sono stati riscontrati i PFOS, ovvero le famigerate sostanze perfluoroalchiliche quelle della contaminazione della Miteni di Trissino, come nel caso di fiume Meolo, Canale Vela, Scalo Idrovora Campalto, Scolo Lusore, Naviglio Brenta, Scolo Fiumazzo, Scolo Schilla, Canale Scarico, Fossa Monselesana, Canale Sorgaglia, Canale Cuori, Canale Altipiano e Canale Trezze.
Come se non bastasse è stato ritrovato nel fiume Meolo e Vela anche l’insetticida vietato già dal 1991, il cosiddetto Diclorvos.
Per le falde acquifere la situazione diventa ancora più preoccupante perché ritroviamo diverse sostanze inquinanti come nel caso del comune di Castelfranco Veneto (TV) per nitrati e metolachlor esa, di Loria (TV) per pesticidi totali, nitrati, metolachlor e metolachlor esa, di Resana (TV) per tricloroetilene e tetracloroetilene, di Riese Pio X (TV) per metolachlor esa, di Vedelago (TV) per pesticidi totali, nitrati e metolachlor esa, di Maser (TV) per atrazina, desetil e desisopropil, di Casale sul Sile, Resana, Zero Branco, San Biagio di Callalta (TV) e Salzano (VE) tutti per metolachlor esa e di Jesolo (VE) per boro e solfati. Stiamo andando a sbattere, abbiamo sempre meno acqua e sempre piu’ inquinata. Serve cambiare chi ci governa e lavorare per un’agricoltura sostenibile, che si occupi di produrre piu’ alimenti per l’uomo e meno per gli allevamenti intensivi, che punti a produzioni biologiche e ad un utilizzo responsabile dell’acqua. Andrea Zanoni
Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

 
Ultime News