ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

LA REGIONE VENETO LIMITA IL DIRITTO DI CHIEDERE IL DIVIETO DI CACCIA NEI PROPRI TERRENI. HO SEGNALATO QUESTO ABUSO AL GOVERNO AFFINCHE’ IMPUGNI LA LEGGE

La legge statale consente al proprietario di un terreno che intende vietare la caccia sullo stesso di fare una domanda alla regione entro 60 giorni dalla pubblicazione del piano faunistico- venatorio.
La Regione Veneto però con il Piano Faunistico Venatorio ha introdotto dei limiti assurdi al diritto sancito dalla legge statale. In particolare, ha previsto il limite dell’1% del territorio agro-silvo-pastorale provinciale oggetto di divieto di caccia da parte dei privati. Se perciò si supera questa percentuale molti cittadini si vedranno negato tale sacrosanto diritto. La Regione Veneto non può limitare un diritto creando discriminazioni tra i cittadini, come se si trattasse di un bando per finanziamenti pubblici. Per questo motivo ho scritto al Governo affinché impugni alla Corte costituzionale la legge regionale del Veneto sul Piano Faunistico Venatorio, la n.2 del 2020. La Regione non puo’ calpestare un diritto previsto per legge solo per agevolare una minoranza armata che rappresenta una percentuale di popolazione da prefisso telefonico. Andrea Zanoni
Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

 
Ultime News