ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

Il momento della verità

I giornali di oggi riportano la notizia che il Partito Democratico del Veneto prensenterà a Roma una lista di 5 nomi perchè – nelle prossime ore – siano scelti tra questi i 4 candidati del Veneto alle elezioni europee; politici che possono rappresentare le diverse anime della nostra regione e – in alcuni casi – che possono affrontare temi che riguardano le quattro regioni del collegio di cui mi occupo perchè ne conoscono a fondo i problemi e sanno cosa fare in Europa per risolverli. Io sono tra questi.

 

Sono grato a chi mi sta dando l’opportunità di continuare un percorso faticoso, ma pieno di soddisfazioni; e sono grato ai tantissimi amici, alle associazioni di volontariato, ai gruppi spontanei, ai comitati che dall’Emilia Romagna al Trentino, dal Friuli Venezia Giulia al Veneto, la mia regione, si occupano di tutela dell’ambiente, della salute dei cittadini, della dignità degli animali e della agricoltura sana, che ogni giorno – e in queste ore più che mai – mi fanno sentire il loro appoggio e il loro appassionato sostegno.

 

Intanto, dall’altra parte, c’è chi sostiene – come il noto sondaggista Nicola Piepoli – che l’improvviso interesse di Forza Italia per i cani abbandonati sia “una gran bella trovata”. Che adottare un animale abbandonato sia un gesto di grande civiltà è assoltamente ovvio; ma è altrettanto chiaro che guardare alle persone sensibili agli animali esclusivamente per motivi elettorali – come dichiarano gli stessi vertici di Forza Italia – sia svilire il lavoro quotidiano di migliaia di volontari e forzare la buona fede di chi condivide la vita con un animale. Ma si può pensare davvero che chiedere i voti a chi ama gli animali, a questo 7% di Italiani che è sempre stato trascurato, fa di questo partito, un partito con una sincera sensibilità animalista?

 

Andrea Zanoni

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

 
Ultime News