ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

Zanoni (PD): «L’Europa tuteli il Lupo iberico»

L’eurodeputato PD Andrea Zanoni ha presentato, insieme a cinque colleghi, un’interrogazione alla Commissione europea per chiedere massima tutela del Lupo iberico. «È una specie di grande rilevanza dal punto di vista ecologico e d’interesse speciale per la conservazione, la cui importanza è riconosciuta dalla Direttiva Habitat. L’Europa deve inserirlo nel progetto LIFE, come già avviene in Portogallo».

 

«L’Europa deve assicurare la tutela del Lupo iberico in tutta la Spagna, assicurando per questa specie anche i fondi del progetto LIFE, come già avviene in Portogallo». A chiederlo è l’eurodeputato PD Andrea Zanoni, vice Presidente dell’Intergruppo per il Benessere e la Conservazione degli Animali e membro della Commissione ENVI Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare al Parlamento europeo, con un’interrogazione presentata insieme ai colleghi Francisco Sosa Wagner, Raül Romeva i Rueda, Carl Schlyter, Sandrine Bélier, Kriton Arsenis alla Commissione europea.

 

«In Spagna, a metà degli anni Settanta, il Lupo iberico, gioiello della fauna europea, era considerato un animale nocivo ed è stato sul punto di estinguersi – ha spiegato Zanoni – Nel 1995, la Spagna ha adottato la Direttiva Habitat 92/43/CEE riconoscendo il Lupo iberico come specie di interesse a carattere prioritario per l’UE a sud del fiume Duero. A nord del fiume, invece, nelle aree in cui si concentra la maggior parte della popolazione continua ad essere una specie cacciabile, con la conseguenza che i danni prodotti a nord del fiume Duero sono a carico dei proprietari dei terreni recintati, mentre a Sud sono pagati dall’Amministrazione».

 

A questa divisione amministrativa e giuridica, che non ha alcun fondamento scientifico, si aggiungono altri problemi come il ritardo nei pagamenti degli aiuti, la furba richiesta di “danni da lupo” in casi in cui non sono riconducibili all’animale, l’assenza di un censimento scientifico e indipendente della popolazione e la disparità nei criteri di gestione utilizzati dalle Comunità Autonome, Comunida des Autónomas. (CCAA)

 

«Per assicurare la giusta e dovuta tutela a questa importante specie si dovrebbe estendere la protezione del Lupo iberico a tutto il territorio in modo che possa rientrare nel progetto LIFE come già avviene in Portogallo, con la possibilità di usufruire dei fondi messi a disposizione – ha concluso Zanoni – Da sottolineare che non esiste alcun censimento scientifico della specie a livello globale, lasciato invece alla discrezionalità delle singole Comunità causando doppioni nei conteggi finali. Per favorire la conservazione del Lupo iberico, l’Europa dovrebbe prevedere per gli allevatori della cosiddetta “terra dei lupi” gli aiuti riservati a zone con limiti naturali all’interno della Politica Agricola comunitaria (PAC), nonché promuovere e appoggiare iniziative di sviluppo sostenibile per le zone abitate dal lupo, come l’eco turismo».

 

 

Ufficio Stampa On. Andrea Zanoni

Email info@andreazanoni.it

Tel. (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04

Tel. (Italia) +39 0422 59 11 19

Sito www.andreazanoni.it

Twitter Andrea_Zanoni

Facebook ANDREA ZANONI

Youtube AndreaZanoniTV

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa