ANDREA

ZANONI

Europee 2024

Cerca

DOMANI, GIOVEDI’ 17 FEBBRAIO, IL TAR DEL VENETO DECIDE SUL RICORSO CONTRO LA DISCARICA DI AMIANTO DI PORCELLENGO/CASTAGNOLE. UNA DELEGAZIONE DI CITTADINI SARA’ PRESENTE PER TESTIMONIARE LA PROPRIA OPPOSIZIONE E FORTE PREOCCUPAZIONE.

Il Tar del Veneto ha fissato, per giovedì 17 febbraio, l’udienza per decidere sulla discarica di amianto autorizzata dalla provincia di Treviso a Porcellengo/Castagnole, in seguito al ricorso del comune di Paese. Paeseambiente, con i cittadini interessati, sarà presente al TAR a Venezia per testimoniare la forte preoccupazione e opposizione a questo impianto, che per vastità dovrebbe essere il più grande d’Europa. Andrea Zanoni, presidente di Paeseambiente, ha dichiarato: Forti dei 2.053 cittadini che hanno firmato la petizione consegnata al Comune, contro l’ennesima discarica nel già martoriato territorio di Paese, domani saremo presenti al TAR con una delegazioni di cittadini. L’appuntamento per tutte le persone interessate alla manifestazione è previsto per domani, alle ore 7.30, alla stazione dei treni di Treviso, per raggiungere Venezia. Abbiamo effettuato un’accurata ricerca in merito ai rischi derivanti dal contatto con le fibre di amianto, appurando che da studi medico – legali risulta che è impossibile stabilire una dose minima di fibre al di sotto della quale si è al sicuro da eventuali malattie ai polmoni e che basta una singola esposizione per contrarre il tumore ai polmoni (mesotelioma pleurico), che si può manifestare anche dopo 40 anni. Sul nostro sito www.paeseambiente.org abbiamo pubblicato questi importanti documenti, tra i quali uno di una importantissima Università italiana, al fine di far capire alla gente che non si tratta di allarmismi, ma di una drammatica realtà di pericolo per la nostra salute, per la nostra vita e per quella dei nostri figli. Non dobbiamo poi sottovalutare il danno economico patrimoniale che i cittadini di Paese potranno subire per la svalutazione delle proprie abitazioni, a causa della presenza di questa pericolosa discarica.

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa