ANDREA

ZANONI

Europee 2024

Cerca

Discarica Ca’ Filissine, continuiamo a sorvegliare

La Commissione europea risponde ad Andrea Zanoni (Eurodeputato IdV) sulla discarica di Pescantina (Verona). “No ulteriori ritardi. Le autorità nazionali intervengano”. Brescia (IdV): “Trattare subito il percolato”. Zanoni (IdV): “Continuiamo a sorvegliare”

L’Unione Europea, a nome del Commissario per l’ambiente, Janez Potočnik, risponde e condivide la nostra preoccupazione sull’inquinamento delle falde: “Ogni azione correttiva deve essere intrapresa senza ulteriori ritardi e le misure adottate devono impedire ulteriori danni all’ambiente”. Lo si legge nella risposta all’interrogazione parlamentare presentata da Andrea Zanoni, Eurodeputato IdV e membro della Commissione ENVI Ambiente, Salute pubblica e sicurezza alimentare. “La decontaminazione della discarica richiede analisi specifiche e soluzioni tempestive”.

 

Zanoni aveva denunciato in Europa l’inquinamento della falda acquifera sottostante, l’incertezza dei tempi dell’effettiva bonifica e il fatto che l’intero progetto è stato affidato senza alcun bando di gara. A questo proposito il Commissario Potočnik non esclude un’ulteriore e attenta valutazione in materia di appalti pubblici, cosa che richiede ulteriori approfondimenti e documentazione. Il Commissario sottolinea inoltre che le decisioni riguardo alla soluzione tecnica più appropriata per la discarica, devono essere prese dalle autorità nazionali competenti,in linea con le normative europee e nazionali.

 

“Dopo la risposta del Commissario per l’ambiente, è improrogabile un’azione risolutiva del trattamento del percolato e conseguentemente dell’inquinamento dovuto ai pozzi – denuncia Antonio Brescia, responsabile Idv Pescantina (la documentazione integrale è disponibile sul nostro blog:www.dirittieambiente.blogspot.it) – Fa specie che i cittadini, in particolare quelli di Pescantina e Balconi, per vedere tutelata la loro salute, per l’inerzia di chi ha la responsabilità politica sul territorio, debbano rivolgersi all’Ue e all’Autorità Prefettizia. Sollecitiamo l’Amministrazione comunale ad azioni risolutive, per non subire oltre il danno, la beffa: un’eventuale azione sanzionatoria dall’Unione Europea, come noto direttamente allo stato italiano”.

 

E da Bruxelles Zanoni conferma: “Continuerà a seguire la questione. I responsabili della mala gestione della discarica di Pescantina ne dovranno di fronte alle autorità nazionali, europee e soprattutto agli abitanti di Pescantina”.

Ufficio Stampa On. Andrea Zanoni
Email stampa@andreazanoni.it
Tel (Bruxelles) +32 (0)2 284 56 04
Tel (Italia) +39 0422 59 11 19
Sito www.andreazanoni.it
Twitter Andrea_Zanoni

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa