ANDREA

ZANONI

Europee 2024

Cerca

4 Ottobre, festeggiamo i nostri animali

Gli animali non sono delle “cose”, non sono fatti per il nostro uso-consumo-profitto. Gli animali sono degli “esseri senzienti” capaci di provare emozioni e sentimenti, proprio come noi. Maltrattamento, abbandono, intolleranza, caccia, vivisezione ecc.. sono delle pratiche barbare e inumane, indegne della civiltà del XXI° secolo.

Il 4 ottobre, giorno di San Francesco, è ormai diventata per molti di noi la Giornata nazionale del rispetto degli esseri viventi proprio in memoria di San Francesco, uomo del dialogo, costruttore di Pace, forse il primo vero animalista della Storia in pieno Medio Evo.

Grazie all’impegno delle associazioni animaliste e delle migliaia di volontari attivi in tutta Italia, il 4 ottobre è celebrato con iniziative e manifestazioni di sensibilizzazione affinché agli animali vengano finalmente garantiti quei diritti che oggi troppo spesso vengono calpestati.

Troppe le ingiustizie e le violenze che vengono perpetrate agli animali per scopi economici, alimentari o per semplice divertimento. Si pensi alla caccia in deroga ogni anno permessa da amministrazioni regionali schiave delle lobby dei cacciatori, come in Veneto e Lombardia. E poi ancora vivisezione, trasporto in condizioni inumane e commercio illegale internazionale.

Nel corso degli ultimi anni siamo riusciti a raggiungere numerosi successi che si sono tradotti in  leggi e regolamenti a tutela degli animali e del loro benessere. Ma di strada da fare ce n’è ancora parecchia. Per questo la giornata del 4 ottobre, anche quest’anno, ha una valenza simbolica fortissima, dal momento che sono ancora molte le atrocità che ogni giorno vengono commesse in tutta Italia, anzi in tutta Europa.

Come Eurodeputato farò tutto il possibile per portare la nostra battaglia sui banchi di Bruxelles, affinché anche le istituzioni europee facciano tutto quello che è in loro potere per assicurare il benessere di tutti gli animali del vecchio continente.

Nel giorno di San Francesco, ecco alcune citazioni di ecclesiastici che trovo particolarmente importanti e che vorrei vedere rispettate sempre, comunque e dovunque.

“Gli animali sono la parte più piccola della Creazione divina, ma noi un giorno li rivedremo nel mistero di Cristo” (Papa Paolo VI)

“Uomo, vegetali, animali siamo tutti nella stessa barca; non si tocca l’uno senza che a lungo andare non si danneggi l’altro” (Papa Giovanni Paolo I)

“E’ urgente seguire l’esempio del povero di Assisi e abbandonare sconsiderate forme di dominio, cattura e custodia verso tutte le creature”  – “La Genesi ci mostra Dio che soffia sull’uomo il suo alito di vita. C’è dunque un soffio, uno spirito che assomiglia al soffio e allo spirito di Dio. Gli animali non ne sono privi”  (Papa Giovanni Paolo II).

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa