ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

CASO VINI CONTRAFFATTI. LA REGIONE DEVE SOSPENDERE I FINANZIAMENTI ALLE AZIENDE CHE NON RISPETTANO LE LEGGI

Il 12 ottobre 2023, alcuni organi di stampa hanno dato eco ad un’operazione di controllo dei Carabinieri del Nucleo Anti Sofisticazione (NAS), svolta presso alcune aziende vitivinicole delle colline di Valdobbiadene e Conegliano (TV). Questo intervento ha riguardato tutto il paese e ha portato al sequestro di centinaia di migliaia di litri di vino e mosto.
In Veneto, tra le colline trevigiane patrimonio mondiale dell’UNESCO, sono state comminate sanzioni a cinque realtà produttive, che avevano aggiunto illecitamente centinaia di ettolitri di mosto non dichiarati, a quelli consentiti. Dalla stampa, si è appreso inoltre che, presso un’azienda vitivinicola di Valdobbiadene, è stato effettuato il sequestro di un ingente quantitativo di zuccheri (ben 28 quintali), utilizzati per adulterare il prodotto finale, aumentandone la gradazione alcolica.
Questo comparto agricolo è stato in assoluto tra i più sostenuti dalla Giunta regionale veneta, con finanziamenti a fondo perduto che, tra il 2010 e il 2020, hanno superato il mezzo miliardo di euro, avendo come principale beneficiario l’ambito produttivo del Prosecco.
Per questi motivi ho presentato un’interrogazione per chiedere quali azioni la Regione Veneto abbia intrapreso, di concerto con le Forze dell’Ordine, per combattere le contraffazioni nel settore del vino. Inoltre ho proposto che vengano sospesi i finanziamenti alle aziende vitivinicole che non rispettano le leggi.
Produrre vino contraffatto significa mettere a rischio la salute dei cittadini e danneggiare i produttori che rispettano le leggi e i disciplinari.
Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

 
Ultime News