ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

ALLARME DELLA DIA-DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA SUL RISCHIO DI INFILTRAZIONI MAFIOSE NELLE GRANDI OPERE VENETE COME LE OLIMPIADI DI CORTINA 2026

Nella relazione semestrale che la DIA ha presentato al Parlamento viene tracciata una preoccupante mappa di infiltrazioni mafiose nella nostra Regione. Per una mafia sempre più “Impresa” il ricco Veneto diventa un’allettante preda per camorra, ‘ndragheta o mafia cinese: nella Provincia di Venezia per il tessuto produttivo e il Turismo, a Padova per l’Interporto, nel Veronese per usura ed estorsione. Ma nella semestrale la DIA esprime massima preoccupazione soprattutto per le grandi opere come Pedemontana, l’Alta Velocità Verona-Padova e in particolare per le Olimpiadi di Cortina 2026, una vera e propria miniera d’oro per le mafie. Per l’attenzione altissima che il rischio richiede anche il prefetto di Belluno ha sottolineato l’importanza degli strumenti di prevenzione. Inutile dire che evitare interventi costosissimi e non necessari sarebbe una dimostrazione di responsabilità. Zaia dimostri di avere consapevolezza di quanto importante sia il problema mafioso in Veneto prima di autorizzare altre cattedrali nel deserto. Il Veneto non deve essere rappresentato da una pista da bob da 85 milioni di euro più 300.000 euro di manutenzione l’anno, ma da un tessuto imprenditoriale sano e responsabile. Andrea Zanoni
IMMAGINE: estratto di un articolo di Nuova Venezia-Mattino di Padova-Tribuna di Treviso del 2 ottobre 2022
Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

 
Ultime News