Questa sera il Ministro Andrea Orlando ha affermato che il meccanismo di non punibilità per tenuità del fatto non potrà riguardare i reati di maltrattamento di animali, date le loro particolari caratteristiche.
Grazie al lavoro del Forum per la Tutela dei Diritti degli Animali del Partito Democratico e alle senatrici PD Silvana Amati e Monica Cirinnà e a tutti coloro che si sono mobilitati il Ministro della Giustizia Andrea Orlando del PD questa sera ha tranquillizzato tutto il mondo animalista che temeva un colpo di spugna per quanto riguarda il reato di maltrattamento animali.
Le senatrici avevano segnalato al Ministro che, in caso di vittime animali, il meccanismo avrebbe creato le condizioni per un sistematico sbilanciamento del giudizio in favore dell'indagato, dato che lo schema di decreto prevede che il Pm senta indagato e parte lesa prima di proporre l'archiviazione. E' evidente che gli animali in quanto tali non avrebbero potuto in alcun modo contestare la ritenuta tenuità del fatto.
Chi si diverte a torturare, seviziare e maltrattare gli animali pertanto continuera' a rimanere colpevole del reato di maltrattamento di animali!

Andrea Zanoni