ANDREA

ZANONI

Europee 2024

Cerca

PER COMBATTERE L’INQUINAMENTO DELL’ARIA SERVE PIANTARE ALBERI E INVESTIRE IN FONTI RINNOVABILI. PERCHÈ IL VENETO NON AGISCE?

La Regione Veneto è protagonista negativa per il disimpegno verso l’emergenza smog.
Mentre amministratori, come l’assessore all’ambiente del Comune di Treviso, confidano nella pioggia per ripulire l’aria in Regione non si adottano misure strutturali per abbattere lo smog.
La metropolitana regionale di superficie che è stata abbandonata dopo la prima fase di realizzazione, avrebbe spostato una grande mole di traffico dalla strada al ferro.
Si prevedono divieti e misure varie di contrasto allo smog ma non si mettono in campo controlli adeguati per farli rispettare e individuare i colpevoli di emissioni abusive.
Non ci sono agevolazioni per la rottamazione di stufe e automobili vecchie e inquinanti utili alle fasce economicamente deboli della società come gli anziani.
Quasi nulli di investimenti per la piantumazione di alberi e per le fonti rinnovabili, come i nuovi impianti fotovoltaici a partire dagli edifici pubblici.
Investimenti del genere avrebbero anche un sicuro ritorno sul piano economico con il taglio delle bollette.
Intanto la Commissione europea sta preparando la sanzione per la seconda condanna dell’Italia da parte della Corte di Giustizia Europea per la qualità dell’aria anche per colpa dell’immobilismo veneto.
Andrea Zanoni
Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

 
Ultime News