ANDREA

ZANONI

Europee 2024

Cerca

UNA DELEGAZIONE DI QUARANTA CITTADINI INCONTRA IL SINDACO DI PAESE, VALERIO MARDEGAN, IN MERITO ALLA FAMIGERATA DISCARICA DI AMIANTO PIU’ GRANDE D’EUROPA. PAESEAMBIENTE CONSEGNA UNA LETTERA CON 9 DISTINTE RICHIESTE.

Un nutrito gruppo di cittadini, oltre quaranta persone, tra mamme, papà e alcuni bimbi, su richiesta del gruppo Paeseambiente, oggi, alle ore 15.30, ha incontrato il sindaco del comune di Paese, Valerio Mardegan, consegnandogli una lettera contenente nove distinte richieste. Ecco in sintesi le richieste contenute nella lettera: 1) che il Comune di Paese ricorra in appello al Consiglio di Stato contro la discarica, indipendentemente da una possibile chiusura; 2) che si valuti una eventuale diffida contro la Provincia, per scongiurare una proroga alla chiusura, oggi prevista per il 16 luglio prossimo; 3) che il Comune impugni al TAR l’eventuale nuovo decreto di proroga della Provincia; 4) che il Comune predisponga dei seri controlli sulle modalità di trasporto dei carichi di rifiuti cancerogeni di amianto; 5) che il Comune istituisca un nucleo di operatori, appositamente formati, per le operazioni di controllo alle attività della discarica, con disponibilità di intervento anche in emergenza, in orario e giornate extra-lavorative; 6) che il Comune verifichi dettagliatamente il contenuto e la gravità degli esposti presentati dai cittadini; 7) che si attuino monitoraggi delle fibre di amianto nell’aria, non dopo le piogge, ma in periodi di bel tempo; 8) che il Comune si faccia carico di far effettuare uno studio a lungo termine, coinvolgendo l’ULSS e il Ministero della Salute, sui fenomeni di patologie riscontrate negli anni passati ed eventualmente riscontrabili negli anni futuri, collegabili all’inquinamento da fibre di asbesto; 9) che si effettui uno studio analogo sulle aree interessate dalle discariche di rifiuti vari, ubicate nel territorio comunale di Paese. Il Sindaco ha quindi confermato ai presenti che verrà fatto ricorso al Consiglio di Stato e che verranno effettuati i controlli provvedendo ad istruire in merito la Polizia municipale. Mardegan ha poi riconosciuto che l’attuale movimento politico, anche romano, di opposizione alla discarica e l’avvicinarsi dell’obbiettivo della sua chiusura è soprattutto merito dell’attività dei cittadini che, con Paeseambiente, hanno saputo sollevare questo grave problema del pericolo della discarica. Andrea Zanoni, presidente di Paeseambiente ha dichiarato: Siamo soddisfatti di questo incontro, perché il Sindaco ha confermato l’intenzione di andare fino in fondo per bloccare la discarica e perché ha riconosciuto l’importanza del lavoro di opposizione ed informazione fatto da noi in questi ultimi otto mesi. Ora speriamo che il movimento politico in atto porti alla concreta e definitiva chiusura della discarica, che considereremo attuata solo da quando vedremo chiuso per sempre il cancello della stessa.

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

Ultimi comunicati stampa