ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

AAE Conigli Onlus

Da molti mesi l’A.A.E.sta procedendo alla gestione di varie colonie di centinaia di conigli e o cavie abbandonati in vari Comuni d’Italia. E’ la solita tristissima storia che invariabilmente si ripete: soggetti acquistati con leggerezza e superficialità che poi, in brevissimo tempo, vengono abbandonati sul territorio dove, dopo un breve periodo di ambientamento, iniziano a riprodursi. Su richiesta dei Servizi Veterinari A.U.S.L.,e delle Istituzioni A.A.E. si è attivata con lo scopo di catturare tutti i conigli prima che, con l’arrivo della primavera, i conigli inizino nuovamente a riprodursi. Abbiamo  urgente bisogno di persone disponibili all’adozione, cerchiamo sia collocazioni in casa (per i soggetti più mansueti ovvero quelli di più recente abbandono) che in giardino (per i soggetti di indole più selvatica ovvero quelli nati e vissuti sempre in libertà); ovviamente i conigli collocati all’aperto dovranno essere ospitati in giardini chiusi a prova di fuga di coniglio o, in alternativa, all’interno di recinti appositamente costruiti secondo le nostre indicazioni.Stiamo diffondendo con  massima visibilità  questo appello,confidando in una nuova auspicabile consapevolezza verso un’ emergenza drammaticamente attuale,che richiede solidarietà e visibilità ,regalando anche a questi animali di serie B un breve spazio per salvargli la vita Pur essendo la cattura delle colonie di cui si accennava, un ‘incombenza che dobbiamo assolutamente portare a termine nell’immediato, in quanto le condizioni degli animali sta velocemente degenerando,ci riesce difficile però trovare reti di cattura e/o  personale esperto che possa coadiuvarci nell’operazione in pratica occorre utilizzare  reti disposte a formare un muro lungo anche varie decine di metri contro cui i soggetti da catturare vanno a sbattere (senza ferirsi!) rimanendo impigliati;  gabbie trappola entro le quali i soggetti da catturare entrano attirati dal cibo facendo poi richiudere la porta d’ingresso dietro di loro. Il metodo uno viene adottato quando i soggetti da catturare sono molto numerosi (50, 100 e oltre), il metodo due si adotta preferibilmente quando ci sono pochi animali da catturare (10, 20, 30).  ci risultano lentissimi se non completamente  assenti le disponibilità  di  enti pubblici (Provincia, Corpo Forestale dello Stato, Servizi Veterinari A.U.S.L.) ed associazioni ambientaliste – animaliste o venatorie;Se fosse possibile tramite un vs suggerimento sollecitare le figure presenti sul territorio di Roma,Parma,Ferrara,Treviso che possano aderire alla ns ricerca,possiamo tentare di portare a termine il progetto Nell’immediato cheidiamo se avete disponibilità di gabbie trappola e reti da prestarci o personale che posa coadiuvarci nelle catture e se potete diffondere l’appellodi ricerca adozione nelle localitò più urgenti Ferrara Treviso Roma Venezia

ringraziamo anticipatamente
info@aaeconigli.it

www.aaeconigli.it

Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

 
Ultime News