ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

A VITTORIO VENETO PER FAR SPAZIO AL PROSECCO, SU UN’AREA PROTETTA DI RETE NATURA 2000, SPIANA UNA COLLINA E DEVIA UN CORSO D’ACQUA PER CREARE UN ACCUMULO PER IRRIGARE LE VITI.

Grazie ad un’indagine dei Carabinieri Forestali, in seguito ad un esposto dei residenti, è stato denunciato alla magistratura il peggiore scempio mai visto in tutto il trevigiano a danno di un ambiente protetto e vincolato.
A Vittorio Veneto un imprenditore agricolo ha deviato un corso d’acqua a suo uso e consumo e sbancato delle colline per fare spazio a nuovi vigneti di prosecco.
Mi sono recato di persona, accompagnato dai residenti, nei luoghi dei fatti per vedere lo scempio. Si tratta di un sito della Rete Natura 2000 protetto dall'UE nonché inserito nelle Colline del Prosecco Patrimonio Unesco dell’Umanità.
Se la Regione e il suo presidente per primi sostengono il Prosecco con finanziamenti esorbitanti non fanno altro che incoraggiare speculatori senza scrupoli come questo imprenditore vittoriese, spinti a facili guadagni in un mercato ormai fuori controllo.
Confido in una condanna esemplare e al ripristino dei luoghi violati a carico dello sciagurato imprenditore.
Con una interrogazione inoltre abbiamo chiesto che la Regione del Veneto si costituisca parte civile nel processo a questo fuorilegge e che lo stesso facciano le associazioni ambientaliste.
Andrea Zanoni
 
Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

 
Ultime News