ANDREA

ZANONI

Consigliere Regionale

Cerca

13/04 IL CONSIGLIO REGIONALE VOTA LA MOZIONE CONTRO IL PROGETTO DI SCAVO SOTTOFALDA DI CAVA MORGANELLA E PER SCOPRIRE LA NATURA DEI MATERIALI OCCULTATI NEL FONDO. TUTELARE LA FALDA E FAR RISPETTARE LA LEGGE E’ UN DOVERE DI OGNI CONSIGLIERE REGIONALE

Martedì il Consiglio regionale voterà la Mozione delle minoranze, della quale sono primo firmatario, che chiede di bloccare il progetto di scavo sottofalda di cava Morganella e per scoprire la natura dei materiali occultati nel fondo. Intanto la petizione promossa da Paeseambiente, Italia Nostra, Salviamo il Paesaggio, Legambiente, WWF, IAMS, Extinction Rebellion è stata sottoscritta da oltre 3.500 persone. Sulla questione c’è stata un’ampia mobilitazione: due sit in a Cava Morganella di Extintion Rebellion ed Europa Verde, un Sit in a Treviso del 14 marzo dove hanno partecipato associazioni, PD e molti altri, un sit-in delle associazioni sabato 3 aprile davanti la sede di ATS (servizio acquedottistico). Diversi gazebo informativi di raccolta firme a Ponzano, Paese e Treviso. In Consiglio regionale abbiamo presentato 3 interrogazioni (sul: progetto illegale, progetto oscurato sul sito della VIA, mancata notifica ai comuni dell’autorizzazione) e la mozione che andrà al voto martedì, abbiamo chiesto l’audizione del funzionario cave in Commissione ambiente negataci dalla presidente Rizzotto (Lega). Le minoranze dei consigli comunali hanno presentato odg nei a Ponzano Veneto e Paese il 2 e 8 marzo mentre a Treviso verrà votata 13 aprile. Anche il Fatto Quotidiano, oltre a Tribuna di Treviso, Gazzettino e TV locali hanno trattato la questione. Tutelare la falda acquifera da un progetto scellerato e con l’aggravante dell’illegalità manifesta è un dovere di ogni consigliere regionale che potrà esercitare attraverso questa votazione. Andrea Zanoni
Condividi

Consulta l'archivo per mese ed anno

 
Ultime News