Proprio i carabinieri del mio comune, Paese, hanno denunciato due cugini di Fanzolo di Vedelago (TV), presidente e vicepresidente di una Onlus di Ponzano Veneto che si occupa della raccolta di alimenti per i bisognosi, per i reati di truffa e appropriazione indebita.

Gli alimenti raccolti venivano trattenuti dai due o rivenduti nel mercato della ristorazione tramite fatture intestate a una società creata ad arte.

I carabinieri hanno seguito il percorso di alcuni alimenti che mancavano dalla lista di raccolta trattenuti dal presidente della Onlus, che servendosi di un veicolo ottenuto con i contributi pubblici, vendeva a ristoratori locali alcuni prodotti come pasta ed olio, emettendo ricevute tramite una ditta a lui intestata.

Fare affari con il cibo destinato alla povera gente e ai bisognosi è una cosa che fa ribollire il sangue. Bravi i carabinieri e i volontari che hanno denunciato il tutto.

Questi episodi nuocciono gravemente a tutte le associazioni oneste che si adoperano per i poveri e pertanto questi responsabili vanno condannati col massimo della pena.

Andrea Zanoni